Now Reading
Dispositivi a comando vocale in aiuto a medici e pazienti COVID-19.

Dispositivi a comando vocale in aiuto a medici e pazienti COVID-19.

Avatar

Gli ospedali forniti dalla Northwell Health di New York City saranno dotati di circa 4.000 dispositivi Amazon Echo show.

La redazione.

Qual è lo scopo?

Ridurre l’esposizione del personale ospedaliero al virus e facilitare la comunicazione con i pazienti infettati è diventata una priorità assoluta. Una strategia importante che mira a sfruttare tutti i vantaggi della tecnologia per frenare la diffusione del virus. Nonostante le mascherine, i guanti e tutti gli altri dispositivi di protezione, i medici e gli infermieri corrono costantemente grandi rischi.

Con l’Echo Show nelle sale dei pazienti, è possibile sfruttare le video-chiamate in modo semplice e immediato e ciò renderà molto più facile eseguire i controlli sui pazienti.

Non solo, saranno un prezioso aiuto psicologico per i pazienti stessi. Visto il loro status, non possono ricevere alcuna visita da amici, parenti e persone care. Con questi dispositivi il loro senso di solitudine può essere notevolmente alleggerito.

È sufficiente un comando vocale, senza dover spostarsi o chiedere aiuto, per accedere a molti passatempi o per video-chiamare qualcuno a casa.

Northwell ha testato il programma presso il North Shore University Hospital prima di decidere di estenderlo a 19 ospedali. In gran parte del mondo, gli ospedali stanno cercando di sfruttare al massimo l’intelligenza artificiale ad attivazione vocale per assistere i pazienti COVID-19. Come, ad esempio, la start up Temi.

Una start-up israeliana, Temi, ha sviluppato un robot a comando vocale che aiuta ad assistere le persone sia negli ospedali che nelle case. La società ha appena ottenuto finanziamenti per 15 milioni di dollari.

Centinaia dei suoi robot stanno aiutando i medici per la distribuzione dei medicinali nelle corsie, controllando i parametri vitali e parlando con i pazienti.

See Also

È ovvio che nessun dispositivo tecnologico sarà in grado di sostituire un medico (almeno a breve termine), ma l’aiuto che stanno dando in questa fase critica e inaspettata è notevole. Negli ultimi mesi l’utilizzo di dispositivi a comando vocali è aumentato in maniera esponenziale:

robot che possono essere azionati con una voce per nutrire gli anziani o disabilitare le persone.
dispositivi vocali utilizzati in alcune scuole con grande successo per assistere gli insegnanti durante le lezioni
attrezzature per l’infanzia che possono essere integrate con Alexa per consentire ai genitori un controllo più facile e immediato.
E molti altri esempi …
Tutte queste iniziative sottolineano ancora una volta ciò che rende la tecnologia basata sulla voce così valida e potente: usare la voce è il modo più naturale di chiedere qualcosa.

Quasi tutti, indipendentemente dalla loro situazione, età e livello di competenza tecnologica, possono accedere alle funzionalità e usufruire delle potenzialità di queste tecnologie. Basti pensare a quanto sarebbe diverso se i pazienti malati o anziani dovessero utilizzare un’app per smartphone per ottenere aiuto e interagire con il personale ospedaliero.

Il mercato dei dispositivi a comando vocale sta crescendo esponenzialmente anche grazie al fatto che il tempo necessario per abituarsi all’uso di questi nuovi dispositivi è stato quasi azzerato. E siamo solo all’inizio, chissà cosa succederà da qui in poi.

pubblicità
What's Your Reaction?
Contento
0
Emozionato
0
Innamorato
0
Non sono sicuro
0
Sciocco
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 Digitude.it - Iscrizione registro Tribunale di Roma n.131 del 10/10/2019
Anno III N°6 Giugno 2021 P.IVA 15990471003

Direzione Redazione Via Saronno 65 00188 Roma

Tel 06297174 | 3318967481 | 3391586440
redazione@digitude.itgiovanni.pugliese@digitude.itinfo@digitude.it
advertising@digitude.it - sviluppo@digitude.it

Scroll To Top