Now Reading
Bancomat in sicurezza da minacce informatiche. Le soluzioni Kaspersky

Bancomat in sicurezza da minacce informatiche. Le soluzioni Kaspersky

Avatar

Come ottimizzare la messa in sicurezza degli ATM collocati nei piccoli centri urbani e nelle aree rurali.

La redazione. (dal blog di Kaspersky)

Mettere in sicurezza un bancomat o un terminale di pagamento nel centro di una grande città non è difficile. L’accesso a Internet è sempre disponibile e, in caso di necessità, squadre di specialisti sono a disposizione per intervenire. Altra cosa è proteggere il dispositivo quando questo si trova in piccoli centri, magari in qualche paesino sulle Alpi o nelle aree rurali dove la connessione è pessima e l’esperto informatico più vicino si trova a molti chilometri di distanza.

Le persone che vivono in zone remote dipendono dal fatto che gli sportelli automatici siano funzionanti, si tratta di un servizio indispensabile per la comunità. Per alcuni, sono l’unico modo per disporre di denaro contante o per pagare certi servizi. Di conseguenza, tali dispositivi devono essere protetti con le migliori soluzioni di sicurezza per bancomat.

Sfide per la sicurezza degli sportelli automatici.

L’operatività dei terminali e dei bancomat dipende dalla disponibilità di una soluzione di sicurezza in grado di far fronte alle minacce più recenti. In altre parole, una soluzione di sicurezza che venga aggiornata regolarmente. Diamo un’occhiata a quali problemi possono sorgere quando si tratta di proteggere tali dispositivi e quali sono le caratteristiche di cui la soluzione di sicurezza ha bisogno per affrontarli.

Difficoltà di accesso. bancomat nelle zone rurali danno un nuovo significato al termine “accesso remoto“. Se gli agenti di polizia impiegano un’ora per arrivare in caso di emergenza, è improbabile che un operatore informatico arrivi più velocemente. Pertanto, una soluzione adeguata deve supportare l’amministrazione e l’aggiornamento a distanza.

Comunicazione debole. Anche i paesi sviluppati hanno posti senza connessione Internet e con una copertura di rete mobile instabile. In alcuni luoghi, l’unico canale di comunicazione di uno sportello bancomat è un modem 3G che fatica a svolgere il proprio compito anche alla massima velocità. Tuttavia, le trasmissioni dei dati delle transazioni e gli aggiornamenti del software bancario devono essere affidabili e sicuri, quindi la soluzione deve essere in grado di fornire aggiornamenti anche su un canale debole, senza sovraccaricare il sistema con il traffico.

Dispositivi di basso costo. Le possibilità che un paesino di campagna sia dotato di un modello di bancomat di alta gamma sono scarse. Dopotutto, non c’è una guardia di sicurezza a proteggerlo e qualche ladro intraprendente potrebbe tentare di farlo saltare in aria per prendere il denaro. Pertanto, una comunità più piccola ha maggiori probabilità di servirsi di un vecchio modello che ospita un processore e un sistema operativo dell’Età della pietra.  Per questo motivo, la soluzione di sicurezza deve essere in grado di funzionare su hardware obsoleti e di proteggere il sistema operativo che non riceve più aggiornamenti.

See Also

Isolamento. In una grande città, un terminale di pagamento o un bancomat non è quasi mai installato dove nessuno possa vederlo. Non è una coincidenza: i ladri vanno alla ricerca di privacy per collegare un dispositivo esterno a un bancomat, anche se i criminali informatici non hanno necessariamente bisogno di accedere direttamente ai contanti: possono tentare di rubare i dati della carta o di modificare il sistema in modo che i trasferimenti vadano su un conto diverso da quello del titolare. Pertanto, la soluzione di sicurezza dello sportello bancomat deve fare dell’altro, oltre a rilevare il malware più recente. Deve anche essere in grado di monitorare le modifiche ai file e ai registri critici e bloccare la connessione di dispositivi esterni e l’installazione di programmi di terze parti.

Soluzione di sicurezza.

Come avrete probabilmente intuito, quanto detto è essenzialmente una descrizione dell’ultima versione di Kaspersky Embedded Systems Security. I nostri esperti hanno ottimizzato il processo di trasferimento dei dati, rendendo il prodotto ancora più facile da amministrare e da aggiornare anche su un canale di comunicazione debole. E soprattutto, lo scambio di dati non è in conflitto con le funzioni di base del dispositivo.

Inoltre, se vi sembra poco, la soluzione di sicurezza Kaspersky Embedded Systems Security include un nuovo modulo per sconfiggere gli attacchi di rete. Il modulo gestisce il traffico in entrata e in uscita e può bloccare lo scambio di dati se si rileva attività di rete dannose. La nostra soluzione può anche rilevare la scansione delle porte, gli attacchi di forza bruta e i tentativi di disattivazione di un bancomat attraverso un attacco DoS. Per ulteriori informazioni sulle funzionalità della soluzione, vi consigliamo di consultare la pagina ufficiale del prodotto.

pubblicità
What's Your Reaction?
Contento
0
Emozionato
0
Innamorato
0
Non sono sicuro
0
Sciocco
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 Digitude.it - Iscrizione registro Tribunale di Roma n.131 del 10/10/2019
Anno III N°6 Giugno 2021 P.IVA 15990471003

Direzione Redazione Via Saronno 65 00188 Roma

Tel 06297174 | 3318967481 | 3391586440
redazione@digitude.itgiovanni.pugliese@digitude.itinfo@digitude.it
advertising@digitude.it - sviluppo@digitude.it

Scroll To Top