Now Reading
Crisi post-COVID-19: un potenziale cambio geopolitico.

Crisi post-COVID-19: un potenziale cambio geopolitico.

Avatar

Gli eurodeputati vogliono che l’Europa sia unita, prenda il comando sulla scena globale e mostri solidarietà ai suoi partner in vista dei probabili cambiamenti geopolitici ereditati dalla crisi sanitaria da Coronavirus.

Redazione.

Una pandemia globale ha bisogno di soluzioni globali e l’UE deve essere al centro di questa risposta, ha affermato l’alto rappresentante e vicepresidente della Commissione europea Josep Borrell in un dibattito plenario sulle conseguenze della crisi COVID-19 sulla politica estera dell’UE , di giovedì.

A tal fine, l’UE ha lanciato una risposta del Team Europa per sostenere i suoi paesi partner nell’affrontare la pandemia, ha affermato Borrell nel suo discorso introduttivo . È essenziale promuovere investimenti sostenibili e sostenibili nei paesi partner dell’UE nel mondo, ha aggiunto. “Questa crisi sarà una crisi di conseguenze bibliche”, ha avvertito il capo degli affari esteri dell’UE, sottolineando anche l’importanza di estendere i programmi dell’Unione europea per i rifugiati.

Crisi COVID-19 un “punto di svolta geopolitico”.

La pandemia ha provocato cambiamenti di dimensioni enormi e sarà un potenziale “punto di svolta geopolitico”, hanno sottolineato gli eurodeputati, a causa del deterioramento della democrazia e delle libertà fondamentali in molte parti del mondo, aumentando le campagne di disinformazione, gli attacchi informatici o isolazionismo anziché cooperazione multilaterale.

Hanno sostenuto misure forti e coordinate che mostrerebbero chiaramente solidarietà ai partner dell’UE in tutto il mondo.

Ricordando le ambizioni dell’UE di essere un attore globale, i deputati hanno chiesto l’unità per affrontare la crisi. Hanno sottolineato che in assenza degli Stati Uniti come leader globale, l’Europa dovrebbe intervenire e assumere questo ruolo.

See Also

Diversi deputati hanno chiesto un’adeguata risposta dell’UE alla Cina, affermando che il paese non ha agito come partner affidabile e accusando il governo di violazioni dei diritti umani, un’economia guidata dallo stato, diffondendo notizie false e l’incapacità di combattere la pandemia in modo trasparente.

Sullo sfondo.

Tra gli aspetti chiave della politica estera dell’UE colpiti dalla crisi COVID-19 vi sono le relazioni con i maggiori poteri, gli aiuti umanitari, lo sviluppo e il mantenimento della pace, nonché la lotta alla disinformazione e agli attacchi informatici. La crisi ha anche messo in luce il dibattito sul futuro del multilateralismo, che è una delle preoccupazioni principali che la politica estera dell’UE deve affrontare.

Nella sua risoluzione adottata il 17 aprile 2020 , il Parlamento europeo ha chiesto un aggiornamento della strategia globale dell’UE alla luce dell’impatto globale della crisi e un’azione più strategica dell’UE che includa anche una migliore comunicazione strategica.

pubblicità
What's Your Reaction?
Contento
0
Emozionato
0
Innamorato
0
Non sono sicuro
0
Sciocco
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 Digitude.it - Iscrizione registro Tribunale di Roma n.131 del 10/10/2019
Anno III N°6 Giugno 2021 P.IVA 15990471003

Direzione Redazione Via Saronno 65 00188 Roma

Tel 06297174 | 3318967481 | 3391586440
redazione@digitude.itgiovanni.pugliese@digitude.itinfo@digitude.it
advertising@digitude.it - sviluppo@digitude.it

Scroll To Top