Now Reading
Emirates e l’Italia dei vini: il mini-tour virtuale del Bel Paese attraverso le migliori etichette servite a bordo dei voli.

Emirates e l’Italia dei vini: il mini-tour virtuale del Bel Paese attraverso le migliori etichette servite a bordo dei voli.

Avatar

Emirates, la Compagnia aerea internazionale più grande al mondo, ha deciso di organizzare un piccolo tour attraverso alcune delle migliori etichette di vini che vengono servite a bordo dei suoi voli.

La redazione.

Apprendere una nuova lingua, riprendere lo studio di uno strumento musicale, iniziare a praticare Yoga, riscoprire vecchie passioni: sono numerose le opzioni per sfruttare al meglio il tanto tempo che questo particolare periodo storico ci mette a diposizione. Eppure, per i viaggiatori più incalliti, riuscire a trascorrere il tempo dentro casa potrebbe risultare comunque difficile. E se la soluzione fosse quella di viaggiare con… il gusto?

Un viaggio virtuale attraverso l’Emirates Wine Channel, il canale di ice – il pluripremiato servizio di intrattenimento di bordo della Compagnia aere emiratina – ora disponibile su YouTube. Come sono selezionati i vini? Quali sono le case vinicole più importanti che collaborano con Emirates? Cicerone del tour è Oliver Dixon, Emirates senior wine specialist, che ci racconta anche la storia di alcuni dei vini più famosi ed esclusivi al mondo, tra curiosità, degustazioni e consigli. Perché quindi non viaggiare tra le note del gusto, divenendo un esperto di vini e, magari, provare a casa una delle etichette consigliate da Emirates? Tra i diversi vini protagonisti del tour virtuale, spiccano ovviamente quelli italiani.

Il Tiganello del 2010 è un vino toscano, prodotto dalla celebre casa Antinori. Si tratta del primo vino rosso della regione del Chianti ad essere stato miscelato con varietà non tradizionali di uva, nonché il primo a discostarsi dalle normative basate sulla tradizione tramandata di generazione in generazione. Oliver Dixon ci racconta che si tratta di un vino che riesce ad esprimere tutto il suo potenziale non prima di 8 anni dal suo imbottigliamento. È solo trascorso questo tempo che le note di ciliegia e rocce frantumate iniziano a sentirsi, dischiudendo del palato sentori di frutti rossi. Come avviene sui voli Emirates, si tratta di un vino da accompagnare con carne di pollo, carne rossa, o piatti di pasta. Qui il video completo.

Restiamo in Toscana per assaporare Tenuta Nuova, Brunello di Montalcino 2011. A circa 80 chilometri da Firenze sorge la tenuta Casanova di Neri dove, all’interno dei suoi 63 ettari di vigneti, viene prodotto questo vino rosso. Il clima secco, tipico di questa zona della Toscana, conferisce potenza e la grande struttura tipica del Brunello di Montalcino. Tuttavia Tenuta Nuova è un vino meno impegnativo, più accessibile a tutti. Il Brunello è, senza dubbio, uno dei vini rossi più famosi d’Italia e del mondo. Prende il proprio nome da una particolare clonazione dell’uva Sangiovese, diffusa nella regione. Si tratta di un vino che può invecchiare anche oltre i 30 anni. L’annata del 2011 di Tenuta Nuova presenta note di ciliegia e frutti di bosco, oltre a quelle di cuoio e spezie, che restano più sullo sfondo. “È un vino sensazionale, il cui retrogusto perdura facilmente anche per un minuto e mezzo”, commenta Dixon. Qui il video completo.

Dalla Toscana all’Umbria, dove torna protagonista la casa vinicola Antinori, che produce lo straordinario vino Cervaro della Sala, commercializzato per la prima volta nel 1987. Si tratta di uno dei vini bianchi più importanti d’Italia, creato dalla combinazione della varietà internazionale di uva Chardonnay con quella, tipica italiana, del Grechetto. Secondo Dixon, si tratta di un vino bianco con abbastanza carattere da poter essere abbinato anche alla carne rossa. “Sono chiare le note di pesca nettarina, con sentori di quercia che restano sullo sfondo”, spiega Dixon. Qui il video completo.

See Also

L’Emirates Wine Programme

La strategia di Emirates consiste nell’assicurarsi subito i vini migliori, salvo poi lasciarli invecchiare, consentendogli di esprimere a pieno il loro potenziale una volta serviti a bordo. La cantina di Emirates, situata in Francia, è la più grande rispetto a qualsiasi altra cantina di compagnie aeree. Attualmente conserva al proprio interno 7.4 milioni di bottiglie di vino, alcune delle quali non potranno essere servite prima del 2037. Nel 2018 Emirates ha lanciato la Vintage Collection, una selezione delle migliori etichette conservate nella cantina della Compagnia aerea per un massimo di 15 anni.

pubblicità
What's Your Reaction?
Contento
0
Emozionato
0
Innamorato
0
Non sono sicuro
0
Sciocco
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 Digitude.it - Iscrizione registro Tribunale di Roma n.131 del 10/10/2019
Anno III N°6 Giugno 2021 P.IVA 15990471003

Direzione Redazione Via Saronno 65 00188 Roma

Tel 06297174 | 3318967481 | 3391586440
redazione@digitude.itgiovanni.pugliese@digitude.itinfo@digitude.it
advertising@digitude.it - sviluppo@digitude.it

Scroll To Top