Now Reading
Il futuro degli avvocati? Tecnologia legale, intelligenza artificiale, big data e tribunali online.

Il futuro degli avvocati? Tecnologia legale, intelligenza artificiale, big data e tribunali online.

Avatar

In un futuro non molto lontano sarebbe concepibile che un’impresa venisse accusata di negligenza legale se non usasse l’intelligenza artificiale. Certamente si. Oggi, l’intelligenza artificiale offre anche soluzioni per tutto ciò che riguarda il rapporto, le funzioni e l’accesso alla giustizia e trasformerà completamente il nostro sistema legale tradizionale. L’IA, i big data e i tribunali online cambieranno il sistema legale così come lo abbiamo conosciuto fino ad ora.

La redazione.

Il futuro della legge

Nel libro di Richard Susskind “Il futuro della Legge”, pubblicato nel lontano 1996, l’autore predisse che in futuro avvocati e clienti avrebbero comunicato via e-mail. All’epoca, questa rivelazione fu scioccante, specialmente per gli addetti ai lavori; tuttavia, la trasmissione di comunicazioni via e-mail è ormai diventata routine.

Nel suo nuovissimo libro Online Courts and the Future of Justice, Richard Susskind sostiene che la tecnologia porterà cambiamenti profondi nel settore legale e trasformerà il nostro sistema giudiziario. Prima di tutto, l’intelligenza artificiale e la tecnologia garantiranno a più persone l’accesso alla giustizia.

Il nostro attuale problema di accesso alla giustizia, anche in quelli che sono generalmente considerati sistemi maturi, è significativo. In effetti, solo circa il 46% delle persone ha accesso al sistema legale. Ci sono arretrati inimmaginabili in alcuni sistemi giudiziari. Per la maggior parte di noi, il contenzioso richiede troppo tempo e denaro. Possiamo usare la tecnologia risolvere questo problema della lentezza delle procedure giudiziarie e rendere il tribunale un servizio piuttosto che un luogo spostando quindi la risoluzione legale online.

See Also

Il primo passo di questa rivoluzione tenco-legale, sarà  che le persone possano presentare prove e argomenti al giudice online o attraverso una qualche forma di comunicazione elettronica. In sostanza i giudizi passano dall’aula di tribunale all’aula online. In una società digitale, dovremmo certamente essere in grado di istituire tribunali estesi in cui andiamo oltre le decisioni prese dai giudici verso un qualche tipo di sistema diagnostico per guidare le persone riguardo alle loro opzioni legali, come raccogliere prove e fornire modi alternativi per la risoluzione delle controversie.

Il secondo passo della rivoluzione tecno-legale, per Richard Susskind si chiama “pensiero sui risultati”. In tal caso la tecnologia potrebbe risolvere le controversie senza l’intervento di avvocati o del tradizionale sistema giudiziario. È del tutto concepibile in un numero relativamente piccolo di anni che avremo sistemi in grado di prevedere i risultati delle decisioni giudiziarie basate su decisioni passate utilizzando l’analisi predittiva.

Il maggiore ostacolo alla realizzazione di un sistema giudiziario online è la volontà politica di realizzare tale trasformazione, è il supporto di giudici e avvocati, i finanziamenti, nonché l’eventuale metodo che applicheremmo. Ad esempio, sarà necessario decidere se il sistema online verrà utilizzato solo per determinati casi o situazioni. Attualmente abbiamo un grave problema di accesso alla giustizia. La tecnologia può aiutare a migliorare i nostri risultati e offrire alle persone un modo per risolvere le controversie con maggiore rapidità e consapevolezza.

pubblicità
What's Your Reaction?
Contento
0
Emozionato
0
Innamorato
0
Non sono sicuro
0
Sciocco
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 Digitude.it - Iscrizione registro Tribunale di Roma n.131 del 10/10/2019
Anno III N°6 Giugno 2021 P.IVA 15990471003

Direzione Redazione Via Saronno 65 00188 Roma

Tel 06297174 | 3318967481 | 3391586440
redazione@digitude.itgiovanni.pugliese@digitude.itinfo@digitude.it
advertising@digitude.it - sviluppo@digitude.it

Scroll To Top