Now Reading
Jeff Bezos primo trilionario al mondo.

Jeff Bezos primo trilionario al mondo.

Avatar

Secondo Comparisun, una società di ricerche di mercato, il primo trilionario al mondo sarà probabilmente il fondatore e CEO di Amazon Jeff Bezos.

La redazione.

La loro proiezione dimostra che Bezos raggiungerà lo stato di trilionario entro il 2026. Comparisun afferma che la loro proiezione si basa sul prendere la percentuale media di crescita annuale negli ultimi cinque anni e applicarla agli anni futuri.

Comparisun mostra che il patrimonio netto di Bezos è cresciuto in media del 34% negli ultimi cinque anni.

La webpage della società Comparisun,
specializzata nelle ricerche di mercato.

Ieri, il patrimonio netto di Bezos è stato stimato in 143 miliardi di dollari, secondo l’indice dei miliardari di Bloomberg, che ogni giorno traccia il valore delle persone più ricche del mondo. Rispetto allo scorso anno, il valore di Bezos è aumentato di oltre 28 miliardi di dollari.

La proiezione ha scatenato la rabbia su Twitter, rivelando una non celata invidia sociale dovuta, nel nostro tempo, al generalizzato impoverimento delle popolazioni causato dalla pandemia da Coronavirus mentre Bezos incassa miliardi di dollari.

Così come i miliardi di Bezos lievitano, salgono anche le proteste dei dipendenti di Amazon che si fanno sentire specie per quanto riguarda la loro sicurezza mentre continuano a lavorare durante la pandemia da Coronavirus in condizioni spesso discutibili. Il 1 ° maggio, i lavoratori di Amazon e altre aziende, tra cui Instacart, hanno organizzato uno sciopero per protestare contro la mancanza di “adeguata protezione sul posto di lavoro“.

See Also

Amazon ha dichiarato di aver speso più di 800 milioni di dollari nella prima metà del 2020 per le misure di sicurezza tra le quali cui mascherine, disinfettanti per le mani e installazioni per il lavaggio delle mani nei magazzini. La compagnia ha anche assunto 175.000 nuovi lavoratori per tenere il passo con la domanda mentre milioni di consumatori si affidano ad Amazon per ricevere merci durante l’isolamento.

All’inizio di questo mese, Tim Bray, vicepresidente e “Distinguished Engineer” di Amazon presso Amazon Web Services, ha annunciato che avrebbe lasciato l’azienda per il licenziamento di dirigenti che hanno denunciato il modo in cui i lavoratori venivano trattati nei loro magazzini.

Gli esordi di Jeff Bezos. Dall’ufficio improvvisato ai trilioni.

Probabilmente, Bezos non conosce esattamente né cosa succede all’interno dei suo magazzini, né le condizioni dei lavoratori addetti alla logistica, né quanto (poco!) guadagnano, tenuto conto che Amazon, per impiegare personale, si affida ad aziende esterne che si occupano della contrattualistica. Forse, Bezos dovrebbe fare visita direttamente nei capannoni che espongono il suo oramai famoso logo per rendersi conto se i malumori sono veri o presunti.

pubblicità
What's Your Reaction?
Contento
0
Emozionato
0
Innamorato
0
Non sono sicuro
0
Sciocco
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 Digitude.it - Iscrizione registro Tribunale di Roma n.131 del 10/10/2019
Anno III N°6 Giugno 2021 P.IVA 15990471003

Direzione Redazione Via Saronno 65 00188 Roma

Tel 06297174 | 3318967481 | 3391586440
redazione@digitude.itgiovanni.pugliese@digitude.itinfo@digitude.it
advertising@digitude.it - sviluppo@digitude.it

Scroll To Top