Now Reading
Parco uffici della capitale: ora o mai più per rigenerazione e investimenti.

Parco uffici della capitale: ora o mai più per rigenerazione e investimenti.

Avatar

Mauro Ciardi, responsabile dipartimento corporate Josas Immobiliare: “A Roma circa 950 mila mq di sfitto in un mercato che necessita di nuova linfa”.

Redazione.

Che questa crisi non venga sprecata ma sia un acceleratore di futuro anche nel segmento uffici del mercato immobiliare. L’emergenza sanitaria potrà essere per la capitale un’occasione per riprogettare il parco uffici e raggiungere Milano, che ha avviato il processo di rinnovo già venti anni fa, allineandosi agli standard internazionali e potendo contare su una rete metropolitana omogenea che copre e collega tutto, a differenza di quella capitolina.  Anche in questo comparto il Covid andrà a mutare richieste e scenari e, come altrove, sarà utile approfittare di una simile rivoluzione per ripensare modelli e linguaggi. In cima alla lista delle priorità? Investire sulla rigenerazione urbana e riqualificare intere aree, partendo dalla trasformazione di edifici colossi anti-economici e difficilmente frazionabili, come molti presenti in zona Tiburtina Est, dove, nell’area compresa tra il capolinea della Metro B – Rebibbia e la località di Settecamini, ci sono diversi complessi direzionali sottoutilizzati, inutilizzati e dismessi per migliaia di metri quadrati.

See Also

Piena di sfitto Roma, oltre 950 mila mq nella recentissima rilevazione di marzo 2020” spiega Mauro Ciardi, responsabile del dipartimento corporate di Josas Immobiliare. “Il quartiere Eur capofila in questa direzione, in quanto l’offerta è obsoleta e dal boom dell’alta velocità molte aziende hanno riscoperto Repubblica, Barberini, Bissolati, reticolo strategico e vicino alla stazione Termini. Urge un recupero dell’area degli ex Mercati Generali e dell’intero quartiere Ostiense, distretto ideale per insediamenti lavoro, leisure e retail, poiché semi-centrale e servito dalla metropolitana e dalla stazione ferroviaria, nonché caratterizzato da un respiro fortemente urbano e da una fisionomia europea. Recupero la parola chiave per una Roma che adesso deve puntare a rinnovarsi”, prosegue Ciardi ”nonostante da sempre legata alla pubblica amministrazione, a tratti una zavorra per un reale  sviluppo competitivo del parco uffici. La spending review, avviata nel 2012, ha poi contribuito a determinare una notevole contrazione della domanda di spazi a uso direzionale da parte della Pubblica Amministrazione e del suo indotto, per tradizione a Roma principali utilizzatori di immobili a uso ufficio”.  Un settore chiave quello degli uffici, poiché motore economico e simbolo della ripartenza, riprova del fatto che l’interazione quotidiana fra colleghi e clienti non potrà mai essere sostituita neppure dai più avanzati strumenti di intelligenza artificiale. Gli work-place sono però destinati a mutare in era Covid, in quanto si profila un’ibridazione degli edifici e l’applicazione di misure e arredi di sicurezza (divisori in plexiglass, grandi vetrate, giardini, postazioni ben separate, stanze “trasversali” a uso singolo o collettivo) e del sistema delle turnazioni. Da prevedere dunque spazi dalle molteplici destinazioni, nonché progetti legati a sostenibilità e rigenerazione con massima attenzione a un’impronta ecologica e di risparmio energetico. “Quest’anno ci trascineremo con fatica fino all’autunno e riponiamo grande fiducia nel primo trimestre 2021, una volta che anche gli strumenti finanziari saranno partiti”, dichiara Ciardi, a capo dell’osservatorio uffici di Josas Immobiliare “Spiragli già da ottobre prossimo, mentre la fotografia di questo primo trimestre 2020, con un assorbimento di spazi a uso ufficio che è stato di poco superiore a 25.500 mq, può essere interpretata in maniera falsata in quanto frutto delle trattative chiuse nel 2019”.

pubblicità
What's Your Reaction?
Contento
0
Emozionato
0
Innamorato
0
Non sono sicuro
0
Sciocco
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 Digitude.it - Iscrizione registro Tribunale di Roma n.131 del 10/10/2019
Anno III N°6 Giugno 2021 P.IVA 15990471003

Direzione Redazione Via Saronno 65 00188 Roma

Tel 06297174 | 3318967481 | 3391586440
redazione@digitude.itgiovanni.pugliese@digitude.itinfo@digitude.it
advertising@digitude.it - sviluppo@digitude.it

Scroll To Top