Now Reading
Unione Europea e Intelligenza artificiale: affrontare i rischi per i consumatori è un’imperativo.

Unione Europea e Intelligenza artificiale: affrontare i rischi per i consumatori è un’imperativo.

Avatar

L’intelligenza artificiale e i processi decisionali automatizzati possono rappresentare una minaccia per i consumatori. Ecco come il Parlamento europeo vuole proteggerli.

La redazione.

Cos’è l’intelligenza artificiale e perché può essere pericolosa?

Poiché gli algoritmi di apprendimento possono elaborare set di dati con precisione e velocità oltre la capacità umana, le applicazioni dell’intelligenza artificiale (AI) sono diventate sempre più comuni in molti ambiti: finanza, sanità, istruzione, sistema legale e altro ancora. Tuttavia, fare affidamento sull’intelligenza artificiale comporta anche dei rischi, soprattutto laddove le decisioni vengono prese senza controllo umano. L’apprendimento automatico si basa sul riconoscimento di schemi all’interno di set di dati. I problemi sorgono quando i dati disponibili riflettono il pregiudizio sociale.

Intelligenza artificiale nei processi decisionali.

L’IA è sempre più coinvolta nei sistemi di decisione algoritmica. In molte situazioni, l’impatto della decisione sulle persone può essere significativo, come l’accesso al credito, l’occupazione, le cure mediche o le sentenze giudiziarie. Il processo decisionale automatizzato può quindi perpetuare le divisioni sociali. Ad esempio, è stato scoperto che alcuni algoritmi di assunzione sono distorti rispetto alle donne.

Come proteggere i consumatori nell’era dell’IA.

Lo sviluppo dell’IA e dei processi decisionali automatizzati presenta anche sfide per la fiducia e il benessere dei consumatori. Quando i consumatori interagiscono con un tale sistema, devono essere adeguatamente informati su come funziona.

La posizione del Parlamento

In una risoluzione adottata il 23 gennaio, il comitato per il mercato interno e la protezione dei consumatori esorta la Commissione europea a esaminare se siano necessarie misure aggiuntive al fine di garantire una solida base di diritti per proteggere i consumatori nel contesto dell’IA e del processo decisionale automatizzato.

See Also

La Commissione deve chiarire come intende:

garantire che i consumatori siano protetti da pratiche commerciali sleali e discriminatorie, nonché dai rischi derivanti dai servizi professionali basati sull’intelligenza artificiale per garantire una maggiore trasparenza in questi processi e assicurare che nei sistemi decisionali algoritmici vengano utilizzati solo set di dati di alta qualità e non set di dati distorti.

Dobbiamo assicurarci che la protezione e la fiducia dei consumatori siano assicurate, che le norme dell’UE in materia di sicurezza e responsabilità per prodotti e servizi siano idonee allo scopo nell’era digitale“, ha affermato Petra De Sutter, membro tedesco dei Verdi / EFA., Presidente del comitato per la protezione dei consumatori e del mercato interno.

I prossimi passi

I deputati voteranno sulla risoluzione a metà febbraio. Successivamente sarà trasmesso al Consiglio e alla Commissione. La Commissione dovrebbe presentare i suoi piani per un approccio europeo all’IA il 19 febbraio.

pubblicità
What's Your Reaction?
Contento
0
Emozionato
0
Innamorato
0
Non sono sicuro
0
Sciocco
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 Digitude.it - Iscrizione registro Tribunale di Roma n.131 del 10/10/2019
Anno III N°6 Giugno 2021 P.IVA 15990471003

Direzione Redazione Via Saronno 65 00188 Roma

Tel 06297174 | 3318967481 | 3391586440
redazione@digitude.itgiovanni.pugliese@digitude.itinfo@digitude.it
advertising@digitude.it - sviluppo@digitude.it

Scroll To Top