47° chilometro – Dove il crimine divenne normale.

1944, il primo serial killer italiano del ‘900 inizia la sua diabolica attività criminale attraverso un modus operandi totalmente nuovo, la tela del ragno. Ernesto Picchioni, questo il suo nome, detto “il Mostro di Nerola”, mise in atto una dinamica predatoria letale attraverso la quale le sue vittime venivano catturate, uccise, e derubate dei loro averi. Furono necessari molti anni prima di fermare il mostro alla cui cattura contribuì, ignaro, egli stesso.

pubblicità

Lascia un commento