“BrainControl Avatar “, un nuovo servizio di accesso per le persone con disabilità motorie.

Al Museo di Santa Maria della Scala di Siena verrà presentato il 9 gennaio l’innovativo sistema delle visite da remoto via avatar. 

La redazione.

Giovedì 9 gennaio 2020,nella sala Sant’Ansano del Museo Santa Maria della Scala di Siena (Piazza del Duomo, 1) verrà presentato il progetto: “BrainControl Avatar “, un nuovo servizio innovativo di accesso che consente alle persone con disabilità motorie di ammirare da remoto il prestigioso complesso museale e le sue importanti collezioni attraverso un avatar robotico. Il progetto è stato realizzato dal comune di Siena e dalla società Liquidweb con il supporto di UBI Banca. 

Collegandosi da remoto a BrainControl Avatar sarà, infatti, possibile pilotare il proprio alter ego robotico per muoversi all’interno degli spazi in modo del tutto autonomo, osservare gli oggetti in maniera ravvicinata e interagire con il pubblico e le guide presenti nel museo. Un progetto che pone il Complesso Museale Santa Maria della Scala all’avanguardia nel campo dell’innovazione tecnologica e dell’inclusione sociale.

Dopo la conferenza stampa della mattina, sempre il 9 alle ore 18 il progetto sarà presentato anche al pubblico attraverso l’esperienza delle prime tele-visite già prenotate.

Per fare richiesta di una visita da remoto è necessario registrarsi alla pagina web

www.braincontrol.com/siena-museo-santa-maria-della-scala/

Panelisti: il sindaco di Siena Luigi De Mossi, il vice sindaco Andrea Corsi, il CEO di Liquidweb Pasquale Fedele, il capo della divisione territoriale di UBI Banca Fabio Viti, il giornalista Antonio Giuseppe Malafarina.

L’evento è rivolto alla stampa. E’ possibile seguire gli aggiornamenti sull’iniziativa del Comune di Siena nelle prossime edizioni di www.digitude.it.

pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *