Now Reading
CAMA, l’Accademia per Digital Marketer segna +120% di studenti.

CAMA, l’Accademia per Digital Marketer segna +120% di studenti.

CAMA con sede a Torino offre un percorso 100% online e si presenta come uno strumento accademico che insegna il marketing su basi reali e non solo teoriche per formare i futuri Digital Marketer.

Redazione Economia.

Una crescita significativa del numero di studenti del +120% solo nel primo trimestre del 2021 rispetto al 2020 per l’Accademia del Marketing Digitale CAMA (https://marketingdigitale.info/) operativa al 100% online, con base fisica a Torino, che ha come obiettivo quello di formare i futuri Digital Marketer e metterli in condizione di operare a 360° sulla strategia di comunicazione digitale di aziende e PMI.

Un ruolo oggi sempre più centrale nelle dinamiche interne aziendali che, come tutte le figure digital, ha conosciuto un rinnovato interesse in quest’ultimo anno, segnato da un processo di digitalizzazione più rapido e quanto mai necessario per far fronte al momento storico che stiamo vivendo.

Dietro il successo dell’accademia c’è sicuramente un approccio estremamente concreto che vede nel metodo learning by doing la chiave di volta per preparare al meglio i futuri professionisti digitali. Il percorso di studi infatti si articola su oltre venti competenze digitali, che consentono di acquisire quella che viene identificata come formazione a T, ovvero una conoscenza verticale su un preciso settore alla quale affiancare una serie di competenze extra che gli consentano di avere una visione d’insieme più ampia su più aree d’attività interna di un’azienda.

CAMA intende supportare la digitalizzazione in atto nei diversi settori, sia pubblici che privati della società, andando a colmare quel gap di risorse specializzate in determinati ambiti del mercato” – spiega Marco D’Oria Marketer Professionista con oltre 20 anni di esperienza, in comunicazione e abitudini comportamentali legate agli acquisti e Direttore di CAMA – “Attraverso il nostro percorso formativo cerchiamo di lavorare sul tessuto sociale per migliorare il tasso di digitalizzazione, rispondendo così alle richieste del mercato di figure sempre più specializzate in ambito digital.

Ad oggi gli studenti iscritti ai corsi proposti da CAMA hanno un’età compresa tra i 18 e i 35 anni e si tratta di studenti in possesso di diploma o di laurea e di professionisti desiderosi di acquisire o specializzarsi ulteriormente nell’ambito digital, acquisendo le competenze oggi sempre richieste. Nello specifico il 57% sono tra i 18 e i 25 mentre il 33% sono tra i 26 e i 35 anni e infine il 10% è over 35.

Per quanto riguarda la provenienza geografica, il 23% risiede nel Sud Italia e in particolare in Campania e Puglia. Si tratta di un dato importante che sottolinea l’importanza dell’e-learning, quale metodo per potersi formare al meglio senza doversi necessariamente spostare dalla propria città d’origine. Il 31% arriva dal Centro Italia e infine il 42% si trova nel Nord Italia. Diversi sono anche gli studenti che vivono all’estero (il 4%) in paesi come Canada, Inghilterra, Spagna e Portogallo.

See Also

La richiesta crescente di competenze digitali

È chiaro che la digitalizzazione è stata e continuerà ad essere la chiave di volta per supportare le aziende e le PMI, migliorando la loro competitività e aumentando i livelli di produttività” – prosegue Marco D’Oria – “Di conseguenza la richiesta di competenze digitali è diventata sempre più preponderante nel mercato del lavoro.”

Una richiesta che al momento non trova una risposta soddisfacente, se si considera la previsione dell’ultimo report rilasciato dall’Osservatorio delle competenze digitali dal quale emerge la previsione di come entro il triennio 2019-2021 sarebbero mancate all’appello delle aziende circa 28.000 persone con competenze legate alle nuove tecnologie.

La carenza di profili dotati delle competenze digitali oggi richieste dal mercato è stata oggetto anche dell’ultimo rapporto Excelsior a cura di Unioncamere e Anpal (gennaio 2020), che ha evidenziato come 4 aziende su 10 abbiano deciso di investire maggiormente nel processo di digitalizzazione, a partire dall’adozione di strumenti di digital marketing. È questo uno dei motivi per i quali, dal punto di vista delle assunzioni, le imprese hanno puntato sulla ricerca di competenze digitali, richieste in sei posizioni aperte su dieci, pari al 60,4 % dei profili che sono stati ricercati nel 2020.

pubblicità
What's Your Reaction?
Contento
0
Emozionato
0
Innamorato
0
Non sono sicuro
0
Sciocco
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 Digitude.it - Iscrizione registro Tribunale di Roma n.131 del 10/10/2019
Anno III N°7 Luglio 2021 P.IVA 15990471003

Direzione Redazione Via Saronno 65 00188 Roma

Tel 06297174 | 3318967481 | 3391586440
redazione@digitude.itgiovanni.pugliese@digitude.itinfo@digitude.it
advertising@digitude.it - sviluppo@digitude.it

Scroll To Top