Now Reading
“Carbon Mask Pro”, la mascherina che assicura una riduzione virale del 98%.

“Carbon Mask Pro”, la mascherina che assicura una riduzione virale del 98%.

Avatar

Innovazione tecnologica al servizio della salute e dell’ambiente. Tecnofilati, azienda leader nella ricerca e sviluppo di filati innovativi, lancia la sua mascherina a base di zinco piritione.

Redazione.

Una seconda ondata che ha portato nuovamente a un lockdown mirato in alcune regioni italiane e che ha fatto raggiungere il milione di casi in Italia dall’inizio della pandemia. Mentre continuano le sperimentazioni per un possibile vaccino, il Coronavirus è parte sempre più integrante della nostra attuale quotidianità e con esso l’utilizzo di DPI (dispositivi protettivi individuali).

Proprio quest’ultimi sono ormai diventati accessori di uso quotidiano e le diverse tipologie sono oggetto di studi per verificarne l’effettivo livello di protezione verso sé stessi e verso gli altri. Se quindi è possibile utilizzare delle semplici mascherine chirurgiche così come le FFP2, la scelta di DPI oggi a nostra disposizione è in costante aumento grazie all’intervento della tecnologia più avanzata in grado di garantire un livello di protezione sempre più alto.

Carbon Mask Pro: l’innovazione dei tecnofilati per una riduzione virale del 98%

Tecnofilati (https://tecnofilati.it/) azienda italiana del settore tessile che produce filati tecnologici per diversi settori tra cui medical, chemical, fashion, military e tanti altri è stata tra le prime realtà nel pieno del lockdown a convertire a stretto giro la sua produzione creando delle mascherine riutilizzabili per uso privato o in ambito lavorativo.

Al primo modello realizzato la scorsa primavera gli succede oggi la Carbon Mask Pro, una versione aggiornata della sua mascherina in materiale tessile 100% made in Italy, lavabile e pensata per essere usata una decina di volte dopo un lavaggio a 40 gradi. Il modello si presenta con un doppio strato per una filtrazione più efficace: uno esterno in Resistex Carbon, un filato tecnologico di proprietà di Tecnofilati, che ha proprietà batteriostatiche, uno interno in poliammide entrambi trattati con un finissaggio idrorepellente e antivirale.

Nello specifico quest’ultimo consiste in un trattamento idrorepellente ecologico “Fluoro free” su tutta la mascherina, che garantisce un assorbimento dell’umidità pari a zero. Lo speciale trattamento idrofobo sia sul tessuto esterno che interno è quindi in grado di garantire un efficace contenimento dei cosiddetti droplets (goccioline).

La Carbon Mask Pro, oltre ai test antibatterici e idrorepellenti, ha superato secondo la normativa ISO18184: 2019 il test anti virale grazie al trattamento “Ultra-fresh KW 48” antibatterico e antivirale a base di zinco piritione, il quale assicura una riduzione virale del 98%.

In ultimo il suo filato è certificato OEKO-TEX Standard 100 che garantisce l’assenza di sostanze nocive a contatto con la pelle. Modifiche anche al design che si presenta più ergonomico e confortevole e disponibile in quattro varianti colore nera, blu, grigia, bianca.

Mascherina riutilizzabile: un gesto concreto verso l’ambiente

Prima dell’emergenza sanitaria, il tema della salvaguardia dell’ambiente e della sostenibilità era finalmente entrato nelle agende politiche internazionali, consapevoli di come il cambiamento climatico sia una minaccia ormai concreta e sulla bisogna intervenire puntualmente con politiche mirate, trasformazioni del sistema produttivo ed economico e infine con piccoli ma importanti cambiamenti del nostro stile di vita.

See Also

La produzione massiccia di DPI usa e getta sta aggiungendo ulteriori carichi all’emergenza ambientale e mai come ora, in una fase in cui bisognerà ancora convivere a lungo con il virus, è necessario fare scelte più sostenibili anche in materia di protezione e mascherine.

Per cercare quindi di contrastare sia le oggettive difficoltà di smaltimento di una simile quantità di rifiuti indifferenziati, così vengono considerate le mascherine in fase di raccolta e smaltimento, che contenere l’abbandono nell’ambiente delle stesse è necessario puntare ad educare maggiormente i cittadini all’uso di alternative riutilizzabili. Appare quindi fondamentale sensibilizzare maggiormente sull’uso di mascherine riutilizzabili, lavabili e certificate.

Oggi la tecnologia sta facendo passi da gigante anche nel comparto tessile, la nostra Carbon Mask Pro è solo uno degli esempi che dimostrano come si possa coniugare innovazione, salvaguardia dell’ambiente e protezione da possibili contagi” – spiega Alberto Abati Ceo di Tecnofilati – “Scegliere quindi delle mascherine riutilizzabili, facendo attenzione alle certificazioni che garantiscono qualità e sicurezza, è un gesto concreto che nel nostro piccolo possiamo per non andare a creare un numero esponenziale di rifiuti di difficile smaltimento”.

Tecnofilati

Tecnofilati fa parte della holding Abati Group, un gruppo tessile, che crea e lavora filati innovativi e abbigliamento per diversi settori come medicale, chimico, painting, home living, fashion, militare, wellness e sport. Con più di 40 anni di storia, 40 dipendenti e un centinaio di collaboratori, Abati Group ha un fatturato complessivo di 10 milioni di euro l’anno.

What's Your Reaction?
Contento
0
Emozionato
0
Innamorato
0
Non sono sicuro
0
Sciocco
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 Digitude.it - Iscrizione registro Tribunale di Roma n.131 del 10/10/2019
Anno III N°1 Gennaio 2021

Direzione Redazione Via Saronno 65 00188 Roma

Tel 06297174 | 3318967481 | 3391586440
redazione@digitude.itgiovanni.pugliese@digitude.itinfo@digitude.it
advertising@digitude.it - sviluppo@digitude.it

Scroll To Top