Now Reading
Cina e l’UE: reciproca protezione delle specialità alimentari.

Cina e l’UE: reciproca protezione delle specialità alimentari.

Avatar

Il Parlamento Europeo ha stipulato un accordo con la Cina per proteggere i nomi di 200 specialità alimentari europee e cinesi dalla contraffazione.

Redazione.

Il Parlamento ha acconsentito ad un accordo da 645 voti, con 22 contrari e 18 astensioni, firmato nel settembre 2020 tra l’UE e la Cina al fine di garantire che un centinaio di prodotti europei recanti indicazioni geografiche (IG) – tra cui Feta, Münchener Bier, Polska Wódka, o Queso Manchego – sarà legalmente protetto in Cina contro le imitazioni e l’uso improprio del nome di un prodotto.

In cambio, cento prodotti cinesi beneficeranno della stessa forma di protezione nell’UE.

I deputati hanno deciso di estendere l’accordo ad altri 175 prodotti europei e cinesi entro quattro anni.

Rafforzamento della fiducia

In una risoluzione adottata con 633 voti, 13 contrari e 39 astensioni, il Parlamento ha accolto con favore l’accordo, definendolo un “importante esercizio di rafforzamento della fiducia” durante i negoziati UE-Cina in corso su un accordo bilaterale sugli investimenti .

Allo stesso tempo, il Parlamento esprime la sua preoccupazione per le pratiche di distorsione del mercato utilizzate dalle imprese statali cinesi, i trasferimenti forzati di tecnologia e altre pratiche commerciali sleali.

Il Parlamento è anche profondamente preoccupato per lo sfruttamento e la detenzione di persone uiguri nelle fabbriche in Cina.

Il relatore Iuliu Winkler (PPE, RO), ha dichiarato:

See Also

“Questo è il primo accordo economico e commerciale mai firmato con la Cina e ha un valore simbolico e di costruzione della fiducia. Promette di aumentare le esportazioni agroalimentari europee in Cina, già per un valore di 14,5 miliardi di euro nel 2019. È anche una buona misura dell’ambizione della Cina di proteggere i diritti di proprietà intellettuale in modo più solido “.

Prossimi passi

Con il consenso del Parlamento, il Consiglio deve ora adottare l’accordo in modo che possa entrare in vigore all’inizio del 2021.

sfondo


Nel 2019 la Cina è stata la terza destinazione per le esportazioni dell’UE di prodotti IG, inclusi vini, bevande spiritose e prodotti agroalimentari. Nel 2018 e nel 2019, tuttavia, l’80% dei sequestri europei di merci contraffatte e piratate ha avuto origine in Cina, causando perdite per 60 miliardi di euro ai fornitori dell’UE, afferma il progetto di risoluzione.

pubblicità
What's Your Reaction?
Contento
0
Emozionato
0
Innamorato
0
Non sono sicuro
0
Sciocco
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 Digitude.it - Iscrizione registro Tribunale di Roma n.131 del 10/10/2019
Anno III N°5 Maggio 2021 P.IVA 15990471003

Direzione Redazione Via Saronno 65 00188 Roma

Tel 06297174 | 3318967481 | 3391586440
redazione@digitude.itgiovanni.pugliese@digitude.itinfo@digitude.it
advertising@digitude.it - sviluppo@digitude.it

Scroll To Top