COVID-19, le misure introdotte dal Parlamento europeo.

Il Presidente Sassoli ha annunciato importanti misure precauzionali per limitare la diffusione del Coronavirus nei locali del Parlamento europeo.

La redazione.

I rappresentanti dei media possono continuare ad accedere ai locali del Parlamento, esercitare pienamente il loro ruolo e informare l’opinione pubblica, a meno che non abbiano visitato una delle regioni colpite negli ultimi 14 giorni o se sappiano di essere stati in contatto con una persona confermata per avere il virus e non sono stati autorizzati da un medico (stesse disposizioni del personale del PE). Tuttavia, tutti i giornalisti che entrano nei locali del Parlamento dovranno firmare una dichiarazione in cui affermano di non essere stati in un’area a rischio negli ultimi 14 giorni.

  • Le attività delle funzioni principali del PE vengono mantenute: commissioni, sessione plenaria, Ufficio di presidenza, Conferenza dei presidenti
  • Altre attività (non core) sono sospese per tre settimane, tra cui visite, eventi, eventi culturali previsti, audizioni, seminari organizzati dall’amministrazione, gruppi politici e deputati al Parlamento europeo
  • I giornalisti possono comunque accedere al PE purché adottino le stesse precauzioni del personale.

Sono interessate le aree seguenti (soggette a revisione):

Cina (Cina continentale, Hong Kong, Macao)

Singapore

Corea del Sud

Le seguenti regioni del Nord Italia: Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto

Iran (al 26.02.20)

Giappone (al 27.02.20)

pubblicità

Lascia un commento