DuckDuckGo: top browser per la privacy.

DuckDuckGo, abbreviato DDG, è un motore di ricerca che porta ai massimi livelli la protezione della privacy mettendo al riparo tutti i profili degli utenti dal tracciamento.

Redazione.

La storia di DDG

DuckDuckGo è stata fondata nel febbraio del 2008 a Valley Forge , Pennsylvania da Gabriel Weinberg.  Il motore di ricerca è scritto in Perl  e gira su nginx , FreeBSD e Linux. DuckDuckGo si è autofinanziato fino a quando Union Square Ventures e angel investor hanno investito nel progetto nell’ottobre del 2011. Da allora i dati di traffico aumentano notevolmente passando da una media di 45 mila visite al giorno del 2010 a circa 1 milione e mezzo di visite al giorno nel 2012. Il motore di ricerca si fa notare e viene incluso, nel 2014, tra i preferiti di Apple e Firefox. Per ricevere la benedizione di Google bisognerà attendere invece il 2019 quando il colosso del web  ha aggiunto DuckDuckGo all’elenco dei motori di ricerca predefinito in Chrome.

Perché DDG è discreto?

DDG è uno dei rari motori di ricerca che non archivia informazioni sulle ricerche degli utenti, quindi non memorizza alcun indirizzo IP, usa i cookie se strettamente necessario, respinge il tracciamento, non registra alcuna informazione sull’utente. La navigazione con DDG, che può essere fatta anche attraverso un widget su desktop, è assolutamente anonima mettendo così in sicurezza l’utilizzatore finale e, soprattutto, mette il turbo all’apertura degli elenchi indicizzati e all’apertura delle pagine cercate. Provare per credere.

E’ possibile installare DDG Privacy Essentials sui principali browser e bloccare i tracker inseriti all’interno dei siti cercati. L’app DDG è disponibile per Android e iOS e consente di navigare in modalità anonima permanentemente evitando il tracciamento e forzando la versione crittografata dei siti visitati.

pubblicità

Lascia un commento