Firmati i contratti per tre missioni Copernicus.

L’ESA ha firmato contratti con Thales Alenia Space in Francia e in Italia, e con Airbus in Spagna per la costruzione di tre delle nuove missioni satellitari di alta priorità del programma Copernicus: CHIME, CIMR e LSTM.

Redazione. (Fonte: ESA)

Ciascuna missione è pensata per aiutare ad affrontare diverse sfide ambientali di rilievo come la gestione sostenibile dell’agricoltura, la sicurezza alimentare, il monitoraggio del ghiaccio polare che supporta la Politica Integrata per l’Artico dell’Unione Europea, e tutte saranno utilizzate per comprendere il cambiamento climatico.

Sono sei le missioni Copernicus Sentinel Expansion ad alta priorità pianificate per espandere le attuali capacità della famiglia dei satelliti Sentinel e affrontare le priorità della politica dell’UE e le lacune nelle esigenze degli utenti Copernicus.

Lo sviluppo e le operazioni di queste missioni Sentinel Expansion saranno co-finanziati tra Commissione Europea e ESA, in base alla disponibilità dei fondi. Questi nuovi contatti industriali avviano le fasi di progetto chiave per le missioni, con continuazione da confermarsi nel 2021.

L’ESA ha già firmato di recente contratti per lo sviluppo di due delle altre sei missioni: la missione Copernicus Carbon Dioxide Monitoring per il monitoraggio dell’anidride carbonica, e la missione Copernicus Polar Ice and Snow Topography Altimeter (altimetro topografico del ghiaccio polare e della neve).

CHIME

Questi tre nuovi contratti inoltre, giungono in un momento in cui l’industria e le aziende stanno soffrendo degli effetti della pandemia da COVID-19.

Il Direttore dei Programmi di Osservazione della Terra dell’ESA, Josef Aschbacher, ha commentato: “Siamo entusiasti di firmare questi contratti con l’Industria quest’oggi. Non solo perché, una volta costruita, ciascuna missione affronterà una reale sfida ambientale ed estenderà il programma ammiraglio dell’Europa, Copernicus, ma anche perché dobbiamo aiutare a mantenere i nostri partner industriali in buona forma durante la pandemia, che ha portato indicibili danni all’economia e alla sicurezza dei posti di lavoro”.

“Nonostante i problemi intorno a COVID-19, è fondamentale che continuiamo a forgiare nuove tecnologie spaziali, e a sviluppare, costruire e lanciare satelliti che porteranno a nuove conoscenze e servizi per arrivare infine a vantaggi per tutta l’umanità”.

Con un contratto del valore di 455 milioni di euro, Thales Alenia Space Francia guiderà lo sviluppo della missione CHIME – Copernicus Hyperspectral Imaging Mission. Il contratto è stato firmato alla presenza di Bruno Le Maire, Ministro francese dell’Economia e Finanza. La missione avrà a bordo uno spettrometro unico nell’infrarosso visibile fino a onde corte.

Fornirà regolari osservazioni iperspettrali per supportare nuovi e migliorati servizi per l’agricoltura sostenibile e la gestione della biodiversità, come pure caratterizzare le proprietà del suolo, elemento chiave per la salute della vegetazione. La missione completerà Copernicus Sentinel-2 per applicazioni quali per esempio la mappatura della copertura del terreno.

CIMR

L’ESA ha firmato il contratto per lo sviluppo della missione CIMR, Copernicus Imaging Microwave Radiometer, con Thales Alenia Space Italia alla presenza del Sottosegretario del Consiglio dei Ministri Riccardo Fraccaro. Il contratto ha un valore di 495 milioni di euro.

Con a bordo un innovativo radiometro multi-frequenza a microonde per la ‘scansione conica’, la missione misurerà la temperatura e la salinità della superficie del mare e la concentrazione del ghiaccio marino. Osserverà inoltre una vasta gamma di altri parametri del ghiaccio marino quali lo spessore e la sua deriva. CIMR è in fase di sviluppo in risposta alle richieste di alta priorità delle comunità chiave di utenti dell’Artico e supporterà la Politica Integrata per l’Artico dell’UE.

Il contratto, del valore di 380 milioni di euro, per la missione di monitoraggio della temperatura della superficie terrestre, LSTM (Copernicus Land Surface Temperature Monitoring), è stato firmato con Airbus Spagna alla presenza di Pedro Duque, Ministro della Scienza e dell’Innovazione. Segna la prima volta per la Spagna alla conduzione dello sviluppo di una missione Sentinel del programma Copernicus. LSTM trasporterà un alto sensore spazio-temporale a infrarosso termico per fornire osservazioni della temperatura della superficie terrestre. L’analisi dei dati satellitari per mappare, monitorare e prevedere le risorse naturali della Terra aiutano a comprendere cosa, quando e dove, cambiamenti sono in atto. In particolare, questa missione risponderà alle necessità degli agricoltori europei di rendere la produzione agricola più sostenibile mentre la carenza di acqua aumenta e cambiamenti ambientali sono in atto.

LSTM

Mentre questi contratti sono per lo sviluppo di queste tre nuove emozionanti missioni, la piena attuazione si basa su ulteriori accordi. Questo include un accordo tra l’ESA e la Commissione Europea, compresa una decisione positiva da parte della Commissione e dell’ESA e loro Stati Membri per andare dalla Fase B2 alla Fase C/D per le missioni prototipo e per l’approvvigionamento delle unità satellitari ricorrenti. Questo punto di decisione è pianificato per la seconda metà del 2021.

Il programma ammiraglio europeo Copernicus fornisce dati di osservazione della Terra e dati in situ, come pure una vasta gamma di servizi per il monitoraggio e la protezione ambientale, monitoraggio del clima e valutazione dei disastri naturali per migliorare la qualità di vita dei cittadini europei.

Copernicus è il maggiore fornitore di dati di osservazione della Terra al mondo – e mentre l’UE è alla guida di questo programma di monitoraggio ambientale, l’ESA sviluppa, costruisce e lancia i satelliti dedicati. Gestisce inoltre alcune delle missioni e garantisce la disponibilità dei dati dalle missioni terze parti.

Il Capo dell’Unità di Osservazione della Terra della Commissione Europea, Mauro Facchini, ha commentato: “Costruito sulla cooperazione tra la Commissione Europea e l’ESA, Copernicus si è rivelato un notevole successo non solo per l’Europa, ma anche per il resto del mondo. Dati ambientali chiave e prodotti derivati sono disponibili gratuitamente per servizi e utenti dati per migliorare la vita di tutti i giorni di tutti i cittadini.

“Siamo estremamente lieti che questi contratti costituiscano un importante passo avanti verso l’espansione di questo insieme di satelliti fornendo informazioni critiche, facendo avanzare il programma Copernicus nel complesso”.

pubblicità

Lascia un commento