FOTA, in arrivo l’aggiornamento.

Sempre più perfezionate, interattive e connesse, oggi le auto si aggiornano da remoto. Una rivoluzione che è in linea con l’aspirazione di Renault di diventare un attore sempre più “tecnologico” del panorama automobilistico. 

Redazione Motori.

Oggi, basta una semplice pressione sul display multimediale e il gioco è fatto! Ma dove sta la magia? In queste quattro lettere: FOTA (acronimo di Firmware Over The Air). Edouard, Capo Progetto FOTA ed esperto in questo campo, ci spiega quali sono le promesse di questa tecnologia, che viene dagli smartphone ed è sempre più indispensabile nelle nostre auto.

I veicoli moderni, sempre più connessi, diventano più agili ed intuitivi ad ogni generazione. Proprio come accade per gli smartphone, anche il sistema operativo che si cela dietro lo schermo multimediale e il display del cruscotto può ricevere aggiornamenti con regolarità. Questi propongono, ad esempio, correttivi e miglioramenti per il sistema multimediale a bordo e, a volte, anche nuove funzioni per il veicolo. La Software Factory, entità del Gruppo Renault specializzata nel software engineering, si è seriamente interessata all’argomento, sviluppando ad inizio 2020 il progetto FOTA – Firmware over the air – che consente ai veicoli del Gruppo Renault di aggiornarsi da remoto.

Una garanzia di tranquillità…

Disponibile su tanti veicoli della gamma Renault (ZOE, Clio, Captur, Mégane, Twingo, ecc.) con il sistema multimediale Renault EASY-LINK, la tecnologia FOTA facilita il miglioramento del sistema a bordo e l’applicazione dei correttivi. Permette anche di mantenere la sicurezza del veicolo ai massimi livelli. Ma non solo! Evita al conducente di doversi recare in officina perché si fa tutto da remoto. Per il proprietario del veicolo c’è un chiaro risparmio di tempo ed una garanzia di tranquillità. Per il costruttore, la certezza di avere un maggior numero di veicoli aggiornati rispetto al vecchio metodo che consisteva nel passare in officina. Secondo Edouard, «oggi, questa tecnologia ci permette di raggiungere una percentuale di aggiornamenti dei veicoli dall’85 al 90% rispetto al 60% che, nella migliore delle ipotesi, si registrava dai concessionari».

Ma c’è un altro vantaggio: questa tecnologia è super discreta, anzi addirittura, nella maggior parte dei casi, assolutamente invisibile! Niente di strano, dato che gli aggiornamenti in modalità FOTA si effettuano per via aerea, tramite la rete telefonica GSM. Concretamente, il veicolo scarica automaticamente l’aggiornamento e, quando quest’ultimo è pronto per essere attivato, «il cliente riceve un messaggio sul display multimediale quando spegne il veicolo. Basta che accetti e l’aggiornamento sarà effettuato quando l’utente se ne sarà andato», spiega Edouard. In pratica, il conducente non deve far nulla, tranne dare un consenso che, in certi casi, immobilizza il veicolo per pochi minuti.

…e di sicurezza!

«Un punto molto importante dell’aggiornamento da remoto è la sicurezza», aggiunge Edouard. «È un canale che deve essere protetto per evitare che i dati siano violati» o che qualcuno prenda il controllo del veicolo. Il sistema di aggiornamento tramite la tecnologia FOTA attribuisce, d’altronde, grande importanza al rispetto della privacy del proprietario del veicolo Renault ed è conforme al Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR). Ciò significa che le informazioni raccolte dal veicolo sono, in ogni caso, sempre anonime. Il conducente non è mai tenuto ad autenticarsi.

Introduzione di nuove funzioni

Gli aggiornamenti ricevuti dal veicolo con la tecnologia FOTA coprono un ampio spettro di applicazioni. Per quanto riguarda la multimedialità, ad esempio, possono portare nuovi contenuti ed applicazioni supplementari oppure migliorare l’interfaccia di navigazione per renderla più ergonomica. A livello di sicurezza, si potranno ottimizzare i dispositivi di assistenza alla guida ed alcuni elementi del veicolo, come lo sterzo e la gestione delle frenate.

Gli aggiornamenti aggiungono, a volte, anche nuove funzioni al sistema, come il servizio Remote Charge status and scheduling, già disponibile su vari veicoli della gamma Renault (Captur, ZOE, Twingo e Mégane). L’interfaccia di questo strumento, che consente di individuare le colonnine di ricarica disponibili nei pressi del veicolo, è stata arricchita con notifiche opzionali ad inizio e fine ricarica. Allo stesso modo, la ricerca automatica delle colonnine di ricarica elettrica durante i lunghi viaggi, la personalizzazione delle modalità MULTI-SENSE, l’impostazione dell’ambient lighting del veicolo, la configurazione delle shortcut per il telefono, l’apertura del veicolo da remoto con lo smartphone ed altre nuove funzioni Wi-Fi sono tutte opzioni di sviluppo rese possibili dalla tecnologia FOTA.

Poco più di un anno dopo essere stata lanciata sui veicoli Renault, la tecnologia FOTA si rivela un successo, con un milione di aggiornamenti già effettuati su oltre 700.000 veicoli.

Verso un veicolo proattivo?

Entro il 2024, entrerà in vigore una nuova normativa europea, che imporrà ai costruttori di rendere affidabile questa tecnologia. «Il punto di forza di Renault è che, oggi, noi siamo già pronti per questa normativa», garantisce Edouard.

Svelata al Salone IAA Mobility 2021 di Monaco, Nuova Mégane E-TECH Electric porterà la tecnologia FOTA ad un altro livello, moltiplicando le possibilità di aggiornamento a bordo. La sequenza di benvenuto potrà, ad esempio, evolvere, con nuovi effetti luminosi e sonori. Anche il display OpenR ed il sistema multimediale OpenR Link saranno aggiornati con regolarità, per ottimizzarne il funzionamento. Lo stesso discorso vale per i componenti del sistema di Google. Per quanto riguarda Google Assistant, gli aggiornamenti tramite FOTA aggiungeranno nuove lingue oppure la possibilità di applicare filtri ai risultati delle ricerche effettuate con il GPS. Ad esempio: quando si cerca una colonnina di ricarica elettrica nei paraggi, si può raffinare la query vocalmente per visualizzare solo le stazioni di ricarica rapida oppure quelle che accettano il metodo di pagamento desiderato.

Nuova Mégane E-TECH Electric stessa potrà essere arricchita con nuove funzioni nel corso della sua vita, sia a livello di dispositivi di assistenza alla guida che di vita a bordo, per esempio. Gli aggiornamenti di tipo FOTA potranno anche permettere, un giorno, di migliorare l’autonomia delle batterie. E se il culmine della tecnologia FOTA si manifestasse con l’avvento dei veicoli proattivi? Noti anche come upgradable car, questi veicoli potrebbero addirittura suggerire le novità o gli aggiornamenti agli utenti in funzione delle loro preferenze. Un futuro su cui la Direzione ingegneria di Renault sta già lavorando.

pubblicità

Lascia un commento