Google Pixel Buds: condivisione e bassi più intensi.

Ultimissime dal blog di Google sul sound experience.

Redazione. (dal blog di Google)

“Oggi rilasciamo alcune nuove funzionalità di Pixel Buds che vi aiuteranno a vivere un’esperienza audio unica e del tutto personale, ritrovare più facilmente gli auricolari se li smarrite e una funzione sperimentale che vi avvisa di ciò che accade intorno a voi anche quando indossate i Pixel Buds. 
Personalizzate la vostra esperienza audio Quando abbiamo lanciato Pixel Buds a inizio anno, molti di coloro che hanno provato gli auricolari ci hanno hanno chiesto di avere maggiore controllo e personalizzazione della propria esperienza audio. Per questo oggi introduciamo il potenziamento dei bassi e il rilevamento condivisione, due nuove funzionalità che vi daranno la possibilità di usare Pixel Buds in modo assolutamente personalizzato. Potete regolare i bassi direttamente nelle impostazioni di Pixel Buds e, se decidete di condividere uno degli auricolari con qualcuno, non dovrete più sacrificare le vostre preferenze di volume grazie al rilevamento condivisione. Quando è attivo, il rilevamento condivisione è in grado di capire automaticamente quando condividete un auricolare con qualcuno, in questo modo ognuno di voi può controllare il volume dei rispettivi auricolari con un semplice tocco. Quindi, che stiate ascoltando musica o guardando un film con un amico, potete condividere senza problemi i vostri Pixel Buds. 

Come tradurre, trascrivere e trasformare le conversazioni Grazie alla funzione di traduzione in modalità conversazione di Pixel Buds, che vi aiuta quando parlate con un’altra persona, la nuova modalità trascrizione vi consente di seguire la conversazione leggendovi il discorso tradotto direttamente in cuffia e aiutandovi a capire l’essenza di ciò che viene detto durante esperienze di ascolto più lunga. La modalità trascrizione – che viene lanciata per ora per la traduzione dall’inglese all’italiano, francese, tedesco e spagnolo – può aiutarvi a rimanere concentrati sulla persona che parla. Questa modalità funziona al meglio in un ambiente silenzioso in cui parla una persona alla volta: dite semplicemente “Ok Google, aiutami a capire l’inglese” per iniziare ad ascoltare, in alternativa potete seguire sullo schermo del telefono per vedere la trascrizione della traduzione. 
Funzionalità sempre più utili Se un cane abbaia, un bambino piange o se passa un’ambulanza a sirene spiegate, abbiamo ideato gli Avvisi intelligenti, una funzionalità sperimentale che vi avvisa di cose rilevanti che accadono intorno a voi, abbassando temporaneamente il volume degli auricolari per permettervi sentire quello che sta succedendo.  

Per ritrovare facilmente i vostri Google Pixel Buds se li avete smarriti, potete far squillare gli auricolari – se sono carichi e collegati attivamente. Ora, oltre a sentirli, potete anche vedere dove si trovano. Ora abbiamo integrato un aggiornamento alla funzione “Trova il mio dispositivo” che vi mostrerà l’ultima posizione nota dei vostri Pixel Buds su una mappa anche quando non sono più connessi al vostro telefono Android.

Chiedete all’Assistente Google L’Assistente Google su Pixel Buds vi aiuterà ancora di più quando siete in movimento. Provate a chiedere a Google di attivare e disattivare i controlli touch, così non dovete preoccuparvi di attivarli accidentalmente. Potrete anche attivare / disattivare i controlli touch nelle impostazioni di Pixel Buds. Inoltre, potete chiedere all’Assistente Google di aiutarvi a controllare la durata della batteria dicendo “Ok Google, qual è il livello della batteria degli auricolari?”.
Queste nuove e utili funzionalità saranno rilasciate a partire da oggi per gli utenti di Pixel Buds. Per saperne di più, potete visitare il Centro assistenza“. 

pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *