Il progetto Bassins de Lumières per la creazione di un centro di arte digitale.

Dal recupero di una base sottomarina da guerra al più grande centro di arte digitale che verrà inaugurato il 17 aprile 2020

di Giovanni Pugliese

Il 17 aprile 2020, Culturespaces aprirà il più grande centro di arte digitale del mondo: i Bassins de Lumières, nella città di Bordeaux. Primo operatore privato francese nella gestione e promozione di monumenti, musei e centri d’arte, Culturespaces sta perseguendo la creazione di centri d’arte digitale e mostre immersive.

Situato nella ex base sottomarina di Bordeaux, il Bassins de Lumières presenterà monumentali mostre digitali immersive dedicate ai maggiori artisti della storia dell’arte e dell’arte contemporanea. La superficie della base sottomarina è tre volte più grande di quella dei Carrières de Lumières a Les Baux-de-Provence e cinque volte quella dell’Atelier des Lumières a Parigi.

Le mostre digitali saranno perfettamente adattate all’architettura monumentale della base sottomarina e si rifletteranno nell’acqua dei quattro enormi bacini, aggiungendo così una nuova dimensione all’esperienza immersiva. Le visite saranno condotte su passerelle sopra l’acqua e lungo le banchine degli enormi bacini.

Dopo la creazione dell’Atelier des Lumières, siamo lieti di aver creato questo enorme centro di arte digitale per la città di Bordeaux. I Bassins de Lumières offriranno ai visitatori esperienze visive e audio indimenticabili in un ambiente unico, un luogo per condividere la cultura aperto a tutti i tipi di visitatori. Ha detto Bruno Monnier, Presidente di Culturespaces.

PROGRAMMA ESPOSITIVO 2020:

Intorno ai bacini

“Gustav Klimt: oro e colore”

Per celebrare la sua apertura, il Bassins de Lumières si concentrerà su un secolo di pittura viennese con uno sguardo a Gustav Klimt e ai suoi successori attraverso una presentazione di ritratti, paesaggi, nudi, colori e dorature. Klimt guidò la Secessione di Vienna, un movimento che cercava di staccarsi dall’arte accademica e aprì la strada alla pittura moderna. I motivi dorati e decorativi sono un simbolo di questa rivoluzione artistica. I visitatori scopriranno capolavori di grande formato, come la famosa opera “Il bacio”, e saranno immersi nella Vienna imperiale alla fine del diciannovesimo secolo.

See Also

Creato da Gianfranco Iannuzzi, Renato Gatto e Massimiliano Siccardi, con la collaborazione musicale di Luca Longobardi.

“Paul Klee: dipingere musica”

Questa mostra immersiva sarà dedicata alle colorate opere astratte dell’artista tedesco Paul Klee. Pittore, musicista e professore, la mostra immersiva renderà omaggio al mondo visionario di Paul Klee. Porterà i visitatori da un’opera all’opera in una città immaginaria a un concerto sottomarino tra oro e pesci multicolori e il ritmo delle sue strutture geometriche. Infine, decine di ritratti accompagnati dalla canzone di Papageno concluderanno un incantevole interludio che unisce pittura e musica.

Creato dallo studio Cutback.

pubblicità
What's Your Reaction?
Contento
0
Emozionato
0
Innamorato
0
Non sono sicuro
0
Sciocco
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 Digitude.it - Iscrizione registro Tribunale di Roma n.131 del 10/10/2019
Anno III N°7 Luglio 2021 P.IVA 15990471003

Direzione Redazione Via Saronno 65 00188 Roma

Tel 06297174 | 3318967481 | 3391586440
redazione@digitude.itgiovanni.pugliese@digitude.itinfo@digitude.it
advertising@digitude.it - sviluppo@digitude.it

Scroll To Top