Now Reading
In che modo l’UE mira a rafforzare la protezione dei consumatori.

In che modo l’UE mira a rafforzare la protezione dei consumatori.

L’Unione mira a rafforzare la protezione dei consumatori e adattarla a nuove sfide come la transizione verde e la trasformazione digitale.

Redazione. Foto di Artem Beliaikin

Man mano che l’economia diventa più globale e digitale, l’UE sta cercando nuovi modi per proteggere i consumatori. Durante la plenaria di maggio, i deputati discuteranno del futuro digitale dell’Europa . La relazione si concentra sull’eliminazione degli ostacoli al funzionamento del mercato unico digitale e sul miglioramento dell’uso dell’intelligenza articolare per i consumatori.

Rafforzare la protezione dei consumatori 

Nuova agenda per i consumatori

Il Parlamento sta anche lavorando alla nuova strategia dell’agenda dei consumatori per il 2020-2025, concentrandosi su cinque aree: transizione verde, trasformazione digitale, applicazione efficace dei diritti dei consumatori, esigenze specifiche di alcuni gruppi di consumatori e cooperazione internazionale.

Rendere più facile consumare in modo sostenibile

L’ obiettivo 2050 della neutralità climatica è una priorità per l’UE e le questioni relative ai consumatori hanno un ruolo da svolgere, attraverso il consumo sostenibile e l’ economia circolare .

Consumo sostenibile 

Nel novembre 2020, i deputati hanno adottato una relazione su un mercato unico sostenibile che invitava la Commissione europea a istituire un cosiddetto diritto alla riparazione per rendere le riparazioni sistematiche, convenienti e attraenti. I membri hanno anche chiesto di etichettare la durata di vita dei prodotti, nonché misure per promuovere una cultura del riutilizzo, comprese le garanzie sui beni di seconda mano.

Vogliono anche misure contro la progettazione intenzionale dei prodotti in un modo che li renda obsoleti dopo un certo tempo e le richieste reiterate di un caricabatterie comune .

La Commissione sta lavorando al diritto di riparare le norme per l’elettronica e la legislazione sull’impronta ambientale dei prodotti per consentire ai consumatori di confrontare.

La revisione della direttiva sulla vendita di merci , prevista per il 2022, esaminerà se l’attuale garanzia legale di due anni possa essere estesa per i beni nuovi e usati.

Nel settembre 2020 la Commissione ha lanciato l’ iniziativa sui prodotti sostenibili , nell’ambito del nuovo piano d’azione per l’economia circolare . Mira a rendere i prodotti adatti a un’economia climaticamente neutra, efficiente sotto il profilo delle risorse e circolare riducendo gli sprechi. Affronterà anche la presenza di sostanze chimiche nocive in prodotti come l’elettronica e le apparecchiature TIC, i tessuti e i mobili.

Rendere la trasformazione digitale sicura per i consumatori

La trasformazione digitale sta cambiando drasticamente le nostre vite, incluso il modo in cui facciamo acquisti. Per aiutare le norme dell’UE sui consumatori a recuperare il ritardo, nel dicembre 2020 la Commissione ha proposto una nuova legge sui servizi digitali , una serie di regole per migliorare la sicurezza dei consumatori attraverso le piattaforme online nell’UE, compresi i mercati online.

I deputati vogliono che i consumatori siano ugualmente sicuri quando fanno acquisti online o offline e vogliono che piattaforme come eBay e Amazon intensifichino gli sforzi per contrastare i commercianti che vendono prodotti falsi o non sicuri e per impedire alle aziende fraudolente di utilizzare i loro servizi.

I deputati hanno anche proposto regole per proteggere gli utenti da contenuti dannosi e illegali online salvaguardando la libertà di parola e hanno chiesto nuove regole sulla pubblicità online che diano agli utenti un maggiore controllo.

Dato l’impatto dell’intelligenza artificiale, l’UE sta preparando regole per gestire le sue opportunità e minacce . Il Parlamento ha istituito una commissione speciale e sottolinea la necessità di una legislazione incentrata sull’uomo. Il Parlamento ha proposto un regime di responsabilità civile per l’intelligenza artificiale che stabilisce chi è responsabile quando i sistemi di intelligenza artificiale causano danni o danni.

See Also

Rafforzare il rispetto dei diritti dei consumatori

I paesi dell’UE sono responsabili del rispetto dei diritti dei consumatori, ma l’UE ha un ruolo di coordinamento e sostegno. Tra le norme che ha messo in atto vi sono la direttiva su una migliore applicazione e modernizzazione del diritto dei consumatori e le norme sui ricorsi collettivi .

Rispondere a specifiche esigenze dei consumatori

I consumatori vulnerabili come i bambini, gli anziani o le persone con disabilità , nonché le persone in difficoltà finanziarie o i consumatori con accesso limitato a Internet necessitano di garanzie specifiche. Nella nuova agenda per i consumatori, la Commissione intende concentrarsi sui problemi relativi all’accessibilità di Internet, ai consumatori finanziariamente vulnerabili e ai prodotti per bambini.

I piani della Commissione includono una maggiore consulenza offline per i consumatori senza accesso a Internet, nonché finanziamenti per migliorare la disponibilità e la qualità dei servizi di consulenza sul debito per le persone in difficoltà finanziarie.

Poiché i bambini sono particolarmente vulnerabili alla pubblicità dannosa, il Parlamento ha approvato norme più severe per i servizi di media audiovisivi per i servizi di media audiovisivi.

Garantire la sicurezza dei prodotti venduti nell’UE

I consumatori spesso acquistano beni fabbricati al di fuori dell’UE. Secondo la Commissione, gli acquisti da venditori al di fuori dell’UE sono aumentati dal 17% nel 2014 al 27% nel 2019 e la nuova agenda per i consumatori sottolinea la necessità di una cooperazione internazionale per garantire la protezione dei consumatori. La Cina è stata il principale fornitore di beni dell’UE nel 2020 , quindi la Commissione lavorerà con loro su un piano d’azione nel 2021 per aumentare la sicurezza dei prodotti venduti online.

Nel novembre 2020, il Parlamento ha approvato una risoluzione che chiede maggiori sforzi per garantire che tutti i prodotti venduti nell’UE siano sicuri, siano essi fabbricati all’interno o all’esterno dell’UE o venduti online o offline.

Prossimi passi

La commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori del Parlamento sta lavorando alla proposta della Commissione per la nuova agenda per i consumatori . Gli eurodeputati dovrebbero votare in merito a settembre.

pubblicità
What's Your Reaction?
Contento
0
Emozionato
0
Innamorato
0
Non sono sicuro
0
Sciocco
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 Digitude.it - Iscrizione registro Tribunale di Roma n.131 del 10/10/2019
Anno III N°7 Luglio 2021 P.IVA 15990471003

Direzione Redazione Via Saronno 65 00188 Roma

Tel 06297174 | 3318967481 | 3391586440
redazione@digitude.itgiovanni.pugliese@digitude.itinfo@digitude.it
advertising@digitude.it - sviluppo@digitude.it

Scroll To Top