Innovazione, il MIUR riceve il “Premio dei Premi 2020” per il progetto “La Rendicontazione sociale delle scuole”.

Il Ministero dell’Istruzione è tra le istituzioni premiate dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nell’XI edizione del Premio Nazionale per l’Innovazione “Premio dei Premi”, per il suo progetto “La Rendicontazione sociale delle scuole”.   

Redazione.

Il Premio è stato istituito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri presso la Fondazione Cotec, su concessione del Quirinale. Viene conferito annualmente a pubbliche amministrazioni, imprese industriali e di servizi, banche, studi di design e start up accademiche che abbiano realizzato significative innovazioni.   

La cerimonia si è svolta questa mattina in videoconferenza, alla presenza del Capo dello Stato, con la partecipazione della Ministra per la Pubblica Amministrazione Fabiana Dadone, della Ministra per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione Paola Pisano, del Presidente della Fondazione Cotec, Luigi Nicolais.   

Il Progetto “La Rendicontazione sociale delle scuole” si inserisce nel più ampio processo di innovazione interno al Ministero dell’Istruzione per garantire, attraverso la semplificazione e la dematerializzazione, un’amministrazione sempre più efficiente, trasparente, sensibile alle esigenze delle cittadine e dei cittadini.    

Come è nato il progetto   

Il Sistema Nazionale di Valutazione (SNV) valuta l’efficacia e l’efficienza del sistema educativo d’istruzione e formazione in Italia e prevede lo svolgimento di un procedimento di valutazione delle istituzioni scolastiche articolato in quattro fasi: autovalutazione delle istituzioni scolastiche; valutazione esterna; azioni di miglioramento; rendicontazione sociale delle istituzioni scolastiche. Dall’anno scolastico 2014/15 ogni istituto, attraverso una lettura comparata dei propri dati con quelli riferiti a tutte le scuole del Paese, mette in atto un processo di autovalutazione, al termine del quale individua i propri punti di forza, le criticità su cui intervenire e le priorità verso cui orientare le azioni di miglioramento. Dal portale degli Open Data del Ministero è possibile scaricare i vari dataset contenenti informazioni riguardanti l’autovalutazione. Nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF), inoltre, le scuole dichiarano espressamente le scelte strategiche e gli obiettivi formativi da perseguire nel triennio di riferimento, individuati sulla base delle vocazioni tipiche del contesto di appartenenza, delle esigenze delle studentesse e degli studenti, delle risorse a disposizione.   

Il progetto “La Rendicontazione sociale delle scuole”   

Con la Rendicontazione sociale si realizza la fase conclusiva del ciclo di valutazione delle scuole. Per la prima volta, entro dicembre 2019, tutte le scuole sono state chiamate a rendere conto dei risultati raggiunti con riferimento alle priorità e ai traguardi individuati al termine del processo di autovalutazione e agli obiettivi formativi perseguiti tramite la progettualità scolastica inserita nel PTOF.   

Sul Portale del SNV è stata messa a disposizione delle scuole una piattaforma specifica per consentire la redazione della Rendicontazione sociale sulla base di dati comparabili e forniti a livello centrale, con la possibilità di consultare con immediatezza il trend storico dei dati relativi all’area degli esiti delle studentesse e degli studenti della scuola, dall’a.s. 2014/15 fino all’a.s. 2018/19. Una volta conclusa, la Rendicontazione è stata pubblicata sul portale “Scuola in chiaro” del Ministero dell’Istruzione, permettendo la diffusione delle informazioni relative alle istituzioni scolastiche, in un’ottica di trasparenza e accountability.   

Con la messa a disposizione di un modello comune di riferimento, il lavoro delle scuole è stato notevolmente semplificato nella predisposizione della Rendicontazione sociale, a tutto vantaggio della dematerializzazione dell’attività amministrativa.   

Il progetto ha ricevuto nel 2019 anche il “Premio Agenda Digitale” dell’Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano, nella sezione “Attuazione dell’Agenda Digitale”.   

pubblicità

Lascia un commento