Now Reading
Joe T Vannelli e il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano per diffondere arte e cultura digitali.

Joe T Vannelli e il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano per diffondere arte e cultura digitali.

Avatar

Giovedì 17 settembre, Joe T Vannelli, il noto DJ e Producer di fama internazionale, torna nella sua Milano, e precisamente al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci per una live DJ session che promette grandi emozioni.

Redazione.

Per l’occasione Vannelli si destreggerà tra la consolle analogica e quella digitale, posizionato tra il mitico Sottomarino Toti, che ha tenuto tutti i milanesi col il fiato sospeso quando nel 2005 è approdato al Museo con un’opera di trasporto eccezionale, e il razzo Vega, il modello in scala 1:1 del primo vettore sviluppato dall’Agenzia Spaziale Europea e Avio. Per il ritorno a Milano del Live on Tour, da cui lo show è partito, Vannelli suonerà anche alcuni vinili provenienti dalla sua viniloteca personale che vanta oltre 40.000 dischi che il DJ ha suonato almeno una volta nella sua carriera nei club più noti e glam del mondo, dagli Stati Uniti all’Australia, dall’Europa al Giappone. Due consolle dunque: una digitale e una analogica in un percorso che unisce la musica e l’arte di Vannelli alla scienza, al progresso e alla tecnologia di cui il museo milanese è testimonianza nel mondo. Il Digitale è il trade d’union tra lo show di Vannelli ed il Museo: grazie alla tecnologia, infatti, il Live on Tour ha permesso a milioni di persone di godere della ricercata House Music del DJ in modo gratuito e in totale sicurezza, senza assembramenti, semplicemente da uno smartphone o da un PC. In perfetto stile one-man-show, poliedrico e geniale, Vannelli piloterà anche l’immancabile drone per regalare a coloro collegati in diretta Facebook viste aeree mozzafiato del Museo, ormai una cifra stilistica delle sue performance. L’appuntamento al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia, è un’altra importante tappa che l’artista aggiunge al suo tour, iniziato a Milano in pieno lockdown dal tetto di casa dell’artista e poi portato in esterna in moltissimi siti italiani di particolare valore paesaggistico, storico e artistico, tutti avvolti dal mistero e mai rivelati fino al momento della diretta, rigorosamente in solitaria, senza pubblico, per rispettare il distanziamento sociale, che di settimana in settimana fa registrare numeri da capogiro con oltre 4 milioni di visualizzazioni. E proprio in questo scenario che strizza l’occhio al digitale e alle nuove possibilità che questo offre, il Museo rappresenta un’eccellenza tecnologica e ne è una voce autorevole, essendo stato il primo museo in Italia a creare, nel 1997, un proprio sito web e un ufficio dedicato allo sviluppo delle strategie e dei linguaggi digitali. Info: Per seguire la diretta – Giovedì 17 settembre ore 18.30 https://www.facebook.com/joetvannelliofficial Live on Tour Il Joe T Vannelli Live On Tour è nato in pieno lockdown, con la prima diretta da casa con vista Duomo, a Milano. L’vento online è diventato un appuntamento fisso per i suoi fan e gli amanti della House e a fine lockdown il live si è spostato in esterna: Cava Ruggetta di Carrara, da cui Michelangelo attinse il marmo per le sue opere; Ca’ Marcello, villa palladiana del Settecento; la Fortezza di San Leo a Rimini; l’iconica terrazza dell’Hotel Danieli di Venezia; il Fortino Napoleonico nelle Marche; il Castello di Vezio sul Lago di Como; la Villa Borromeo sull’Isola Bella; Maratea, sotto al Cristo che domina il mare; il Castello Aragonese di Taranto della Marina Militare, la Lanterna di Genova, il borgo medioevale di Castell’Arquato, la Scalinata Monumentale a Santa Maria di Leuca, il carro del Carnevale di Fano, il Faro di Capo Grecale a Lampedusa, il Castello Aragonese di Reggio Calabria. Web http://www.joetvannelli.com/ FB https://www.facebook.com/joetvannelliofficial IG https://www.instagram.com/joetvannelli/ YT https://www.youtube.com/channel/UCrSh8D5DkJa0CWSn1s3WLuQ Il Museo Nato nel 1953, è oggi uno dei più grandi musei tecnico scientifici d’Europa. Immerso nei chiostri di un monastero olivetano del Cinquecento, si estende per circa 50.000 mq. Il Museo è il luogo dove scoprire le esposizioni, le mostre e i laboratori interattivi dedicati all’energia, ai materiali, all’astronomia, ai trasporti, all’alimentazione e alla fisica delle particelle. Di recente apertura sono le Nuove Gallerie, la più grande esposizione permanente al mondo dedicata a Leonardo da Vinci. Un percorso scenografico tra 170 modelli storici, opere d’arte, volumi antichi e installazioni per raccontare la figura e l’opera di Leonardo ingegnere, umanista e indagatore della natura. Tra gli oggetti iconici del Museo si trovano il Sottomarino Enrico Toti, treni a vapore, il catamarano AC72 Luna Rossa, il brigantino goletta Ebe, il ponte di comando del transatlantico Conte Biancamano e il lanciatore spaziale Vega oltre all’unico frammento di Luna presente in Italia, esposto nell’area Spazio.

pubblicità
What's Your Reaction?
Contento
0
Emozionato
0
Innamorato
0
Non sono sicuro
0
Sciocco
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 Digitude.it - Iscrizione registro Tribunale di Roma n.131 del 10/10/2019
Anno III N°5 Maggio 2021 P.IVA 15990471003

Direzione Redazione Via Saronno 65 00188 Roma

Tel 06297174 | 3318967481 | 3391586440
redazione@digitude.itgiovanni.pugliese@digitude.itinfo@digitude.it
advertising@digitude.it - sviluppo@digitude.it

Scroll To Top