“Maker Faire Rome 2021 – The European Edition”.

Sono state 21mila le presenze nei giorni della manifestazione nel rispetto della normativa anti Covid.

Redazione.

Si è conclusa con un sold out di biglietti venduti la nona edizione della “Maker Faire Rome – The European Edition”, l’evento europeo più importante dedicato all’innovazione e alla creatività, organizzato dalla Camera di Commercio di Roma e, quest’anno, di nuovo in presenza.

Nei giorni della manifestazione (Opening Conference e tre giorni di Fiera) sono state 21mila le persone che hanno visitato gli spazi espositivi della Maker Faire Rome all’interno dell’area del Gazometro Ostiense, per la prima volta aperta al pubblico.

I tanti appuntamenti dal palco del Main Stage, trasmessi anche in streaming, hanno approfondito e rilanciato i temi portanti della fiera, dall’agritech al foodtech, dal digital manufacturing alla robotica, dall’intelligenza artificiale alla mobilità, dall’economia circolare alla salute, dall’IoT al recycling fino alla data science e alla moda, oltre all’intersezione tra arti, musica, scienza e tecnologia rappresentata dalle sezioni Maker Art e Maker Music.

“Tornare in presenza – afferma il Presidente della Camera di Commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti – è stata una forte emozione e una sfida che, grazie alla passione e all’interesse del pubblico, possiamo dire di aver vinto. Questa edizione si è svolta in una location unica, uno spazio di archeologia industriale e di innovazione come quello del Gazometro Ostiense e di questo ringrazio Eni, nostro main partner, ancora una volta. Si è consolidato un ecosistema virtuoso tra visitatori in presenza e online che coinvolge maker, scuole, università, centri di ricerca, imprese e appassionati, all’insegna dell’innovazione alla portata di tutti. Ringrazio tutti i numerosi partner, pubblici e privati, che continuano a sostenerci senza esitazione, rendendo possibile la realizzazione della Maker Faire Rome anche in questo complesso 2021. Abbiamo fatto un viaggio nel passato, nel presente e nel futuro.”

pubblicità

Lascia un commento