Mentre in Italia si blocca il traffico per l’inquinamento urbano, la nordirlandese Translink acquista i suoi primi autobus alimentati a idrogeno.

Green mindset d’oltremanica: Il trasporto pubblico dell’Irlanda del Nord ha acquistato i suoi primi autobus alimentati a idrogeno.

La redazione.

In Italia blocchiamo il traffico urbano per la presenza delle polveri inquinanti e all’estero risolvono il problema alla radice.

La società nordirlandese Translink ha affermato che si tratta di un primo passo verso gli investimenti nella tecnologia a zero emissioni, per combattere il cambiamento climatico e migliorare la qualità dell’aria nelle grandi città. L’investimento da 4 milioni di sterline in tre autobus è sostenuto dall’Ufficio governativo per i veicoli a bassa emissione. Gli autobus sono stati costruiti dal Wrightbus di Ballymena e l’idrogeno è prodotto dall’operatore dell’energia eolica. Il ministro delle Infrastrutture Nichola Mallon ha dichiarato che il progetto pilota rappresenta “un primo passo significativo per affrontare l’emergenza climatica“. Energia sarà proprietaria e gestirà la stazione di rifornimento di idrogeno a Belfast. Translink ha già alcuni autobus ibridi elettrici nella sua flotta e l’amministratore delegato della compagnia, Chris Conway, ha dichiarato che prevede di introdurre anche alcuni veicoli completamente elettrici nel corso dell’anno. Conway ha affermato che gli autobus a idrogeno possono essere riforniti rapidamente e possono operare sull’intera rete viaria urbana di Belfast. “Si tratta di investire per il futuro e assicurarsi di selezionare le tecnologie giuste per il miglioramento della qualità dell’aria.” L’anno scorso Transport for London ha ordinato 20 bus a idrogeno a due piani da Wrightbus.

pubblicità

Lascia un commento