Now Reading
Recovery Fund, Pompei (Deloitte): al centro Istruzione, Ricerca, Digitalizzazione.

Recovery Fund, Pompei (Deloitte): al centro Istruzione, Ricerca, Digitalizzazione.

Avatar

Gli investimenti in istruzione e ricerca devono essere una priorità nella gestione del Recovery Fund. Da anni il nostro Paese registra tassi di crescita e di produttività inferiori alla media Ue.

Redazione.

Fabio Pompei, Ceo di Deloitte Italia.

Livelli bassi correlati al basso livello di istruzione della nostra popolazione. A dirlo è Fabio Pompei, Ceo di Deloitte Italia, durante la puntata di Caffè Affari, il programma di approfondimento economico della mattina di Class CNBC.
«Rispetto alla media Ue abbiamo meno laureati e, soprattutto, come evidenzia anche la ricerca del nostro Osservatorio sulle discipline STEM, meno competenze in discipline tecnico-scientifico», ha aggiunto Pompei. «Ma per innovare e tornare a crescere, sono proprio queste competenze quelle di cui abbiamo più bisogno. La loro carenza è tale, nel nostro Paese, che, secondo il nostro studio, 1 impresa su 4 ha avuto difficoltà a reperire profili professionali Stem nel momento del bisogno. Un dato pazzesco, se si considera che l’Italia è anche uno dei Paesi Ue con i più alti tassi di disoccupazione giovanile: oltre il 30% dei nostri ragazzi è disoccupato. Se vogliamo invertire rotta dobbiamo investire sul nostro capitale umano: dalle scuole primarie all’università, dobbiamo investire più soldi in istruzione e ricerca. Solo così possiamo essere un Paese competitivo, dinamico e all’altezza delle sfide del futuro».
 Ma oltre alla formazione del capitale umano, un’altra grande sfida attende il nostro Paese: «Secondo il Digital Economy and Society Index 2020, pubblicato dalla Commissione Europea, l’Italia è al quart’ultimo posto (25ª) per digitalizzazione, davanti soltanto a Romania, Grecia e Bulgaria. Connettività a banda larga, integrazione delle tecnologie digitali, reti ad alta capacità, servizi pubblici digitali: il nostro Paese registra punteggi al di sotto della media Ue e queste lacune vanno colmate con la grande occasione offerta dalle risorse messe sul tavolo europeo dal Recovery Fund», ha sottolineato l’amministratore delegato. «La pandemia ha accelerato i processi innovativi in atto e aumentato il ricorso alla tecnologia, per queste ragioni la digitalizzazione del nostro Paese va considerata come asset strategico dal governo, come pilastro del programma di sviluppo economico e motore di crescita dell’Italia. Più che mai nei mesi avvenire le risorse digitali saranno indispensabili per offrire competitiva, ma già in passato, come evidenziato dalla pandemia, il ricorso alle tecnologie digitali è stato fondamentale per la tenuta economica e sociale. In questo momento è auspicabile che le istituzioni incaricate di pianificare gli interventi trovino anche nel privato una collaborazione, adottando una sinergia che permetta di completare il processo di sviluppo infrastrutturale in Italia».
Di fondamentale importanza, per vincere questa sfida, è migliorare sul fronte del trasferimento tecnologico: «Un Paese votato all’innovazione non può non sviluppare un sistema solido di trasferimento tecnologico, in grado di richiamare i migliori talenti a livello internazionale e allo stesso tempo di destinare investimenti alla ricerca e allo sviluppo. L’obiettivo è quello di favorire le imprese italiane, soprattutto PMI e startup, per dare vita a realtà a elevato contenuto tecnologico. In questa fase serve una strategia nazionale per il trasferimento tecnologico che leghi Università, Centri di Ricerca e mondo delle Imprese, prendendo il meglio dalle best practice internazionali», ha concluso il Ceo di Deloitte. 

What's Your Reaction?
Contento
0
Emozionato
0
Innamorato
0
Non sono sicuro
0
Sciocco
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 Digitude.it - Iscrizione registro Tribunale di Roma n.131 del 10/10/2019
Anno III N°1 Gennaio 2021

Direzione Redazione Via Saronno 65 00188 Roma

Tel 06297174 | 3318967481 | 3391586440
redazione@digitude.itgiovanni.pugliese@digitude.itinfo@digitude.it
advertising@digitude.it - sviluppo@digitude.it

Scroll To Top