Test di Medicina: errori da evitare.

Non leggere tutto il test prima di iniziare, cominciare dai quesiti più difficili, impiegare più di 3 minuti a domanda, dedicare gli ultimi minuti alla compilazione delfoglio domande e sottovalutare la compilazione dell’anagrafica.

Redazione.

Sono note le date dei prossimi test di Medicina 2021. Il Test Nazionale diMedicina e Odontoiatria si svolgerà il 3 settembre 2021, ma prima di quella data saranno migliaia gli studenti di tutta Italia che si metteranno alla prova per superare il concorso di ammissione ai corsi di laurea in Medicina e Odontoiatria dell’Università SanRaffaele di Milano dal 24 al 28 agosto 2021 (in lingue inglese dal 26 al 28 agosto 2021)1.

Per questa ragione, Accademia Dei Test (https://www.accademiadeitest.it/) – start up EdTech specializzata nella didattica finalizzata al superamento dei test di ammissione universitaria alle professioni sanitarie, attraverso dei percorsi personalizzati – ha individuato i 5 errori più comuni da evitare il giorno della prova che potrebbero compromettere il superamento.

1. Non leggere tutti i quesiti e Iniziare a risolvere le domande nell’ordine del test. Dopo mesi passati a prepararsi il giorno della prova è arrivato. Uno degli errori più comuni è quello di iniziare subito la risoluzione della prima domanda, senza aver letto prima tutti i quesiti. Il rischio è quello di soffermarsi sulle prime domande, magari le più difficili, perdendo così tempo prezioso e la possibilità di ottenere un buon punteggio. Meglio sfogliarle subito tutte, dedicando anche 10 minuti alla lettura di tutte le domande.

2. Iniziare dalle domande più difficili. Il pensiero apparentemente più razionale suggerirebbe di cominciare dai quesiti più difficili a mente fresca. Nulla più sbagliato. Iniziare infatti dalle domande più complesse rischia non solo di far perdere troppo tempo su un’unica domanda, ma anche di andare in panico e farsi prendere dall’ansia, perdendo la lucidità e la concentrazione. Il consiglio è dunque quello di iniziare dai quesiti su cui si è più sicuri in modo da essere più motivati e tranquilli nel risolvere anche quelli più complessi.

3. Dedicare più di 3 minuti a quesito. Il test d’ammissione è composto da 60domande a risposta multipla (con 5 opzioni di risposta) suddivide in: 10 domande di logica, 12 domande di cultura generale, 18 domande di biologia, 12 domande di chimica e 8 domande di fisica e matematica. Tempo totale a disposizione 100

1 Fonte: https://www.ammissione.it/info-risorse/date-test-ammissione/15498/

minuti. È dunque fondamentale sapere gestire bene i minuti da dedicare a ciascun quesito. Facendo una media matematica il tempo a disposizione per ciascuna domanda è di 1,6 minuti, ovviamente ci sono quelle a cui si risponde in pochi secondi e altre che invece richiedono un ragionamento più lungo. Se dopo tre minuti non si sa la risposta, meglio passare alla successiva.

4. Compilare all’ultimo il foglio risposte. Il test di medicina verrà ricordato come uno dei giorni più emozionanti della propria vita, e si sa che l’agitazione è tanta. Per questo è bene non ridursi all’ultimo per completare il foglio risposte. Il rischio è quello di commettere errori a catena che potrebbero essere fatali per il superamento della prova. È dunque fondamentale prestare massima attenzione e dedicare almeno 5 minuti per riportare con calma tutte le risposte.

5. Sottovalutare la compilazione della scheda anagrafica. Una volta concluso il test è importante soffermarsi bene sulla scheda anagrafica. Terminata la prova, infatti, bisogna controllare tutti i campi della scheda, la stessa va firmata per autorizzare ilMIUR a trattare i propri dati personali. Una errata compilazione della scheda, o la mancanza della firma, invaliderà la prova e si verrà immediatamente estromessi dal concorso.

pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *